5 imprenditori formano la “temporary band” per il Centenario di Confindustria Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

Nello splendido anfiteatro della “Tenuta dei Normanni” (Salerno) ha fatto da cornice a “Vi racconto la mia MUSICA”, iniziativa organizzata da Confindustria Salerno -nell’ambito degli eventi celebrativi del Centenario – in collaborazione con l’Associazione Tempi Moderni.

Durante la serata, gli imprenditori Biagio Crescenzo della CTI Foodtech srl, Carmelina De Martino della RO.A.S. srl, Giuseppe Di Martino della Di Martino Gaetano & F.lli S.p.a., Agostino Gallozzi della Salerno Container Terminal S.p.a, Lina Piccolo di Sider Pagani srl e Serena Ranieri di Italian Event Planners, hanno svelato passioni aneddoti e ricordi raccontandosi attraverso tre brani musicali da loro selezionati*, guidati Andrea Volpe, ideatore e direttore artistico del Premio Fabula, Carlo Pecoraro, giornalista e critico musicale, e da Mario Maysse, esperto di musica.

Per l’occasione è stata formata una “temporary band” di Confindustria Salerno con: Giovanna Basile della F.lli Basile Interiors srl alla chitarra, Fabrizio Citro Industria Grafica FG srl al basso, Gianfranco Rizzo della Eproinn srl alla fisarmonica e Carlo Tomeo della A4 Design & Contract srl alla tastiera. Voce Fausta Colosimo della Cesare Trucillo Spa. Ad affiancare gli imprenditori il batterista Franco Gregorio.

La temporary band di Confindustria Salerno si è esibita sulle note di: Senza Fine e Il cielo in una stanza di Gino Paoli, All of me di Gerald Marks, Summertime di George Gershwin e Autumn leaves di Joseph Kosma.

Durante la serata sono state offerte degustazioni di prodotti tipici locali dalle aziende aderenti al Gal “Terra è vita” e dei vini della cantina Fonzone.

*Biagio Crescenzo: Un giorno credi di E.Bennato; Highway star dei Deep Purple;The great gig in the sky dei Pink Floyd; Carmelina De Martino: Fix you dei Coldplay; A modo tuo di Elisa; Tu vuo’ fa l’americano di Renato Carosone; Giuseppe Di Martino: Summertime di George Gershwin nell’interpretazione di Janis Joplin , sonata in FA Minore K466/L118 di Domenico Scarlatti, Piano concerto numero 3, Primo movimento di Sergei Rachmaninov; Agostino Gallozzi: Paint it black dei The Rolling Stones; Voodoo child di Jimi Hendrix; intro of Selling England by the pound dei Genesis; Lina Piccolo Io vagabondo  dei Nomadi; Always di Bon Jovi; The sound of silence di Simon & Garfunkel; Serena Ranieri: I want it all dei Queen – Welcome to my truth di Anastacia  – Beautiful Day degli U2

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.