Furti nelle scuole salernitane: due arresti – VIDEO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
I Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, all’esito di una articolata attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Lagonegro (PZ), hanno dato esecuzione ad ordinanza di applicazione di misure cautelari, emessa dal competente GIP, nei confronti di due pluripregiudicati – un 24enne ed un 39enne di Somma Vesuviana (NA) – ritenuti responsabili di numerosi furti pluriaggravati in danno di diverse scuole della Provincia di Salerno (comprensorio del Vallo di Diano) e di una sede Municipale.

L’indagine, convenzionalmente denominata “safe schools – scuole sicure”, condotte dalla Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sala Consilina, in pochi mesi, hanno fatto luce sui furti consumati presso le scuole site nei comuni salernitani di Padula, Sassano, Monte San Giacomo, San Pietro al Tanagro e Casalbuono nonché presso il Municipio di San Pietro al Tanagro, ove venivano complessivamente asportati 46 personal computer, in dotazione alle istituzioni scolastiche ed all’Ente locale, per un valore complessivo di circa 20.000 euro.

Le investigazioni hanno consentito anche di disvelare il modus operandi dei malviventi i quali preparavano ed eseguivano gli atti predatori utilizzando, per raggiungere gli obiettivi ed eludere il rintraccio ed i controlli delle forze di polizia, autovetture di media cilindrata, prese a noleggio presso società di car rental site nell’hinterland napoletano.

Nel corso delle attività di prevenzione svolte dai Carabinieri in sinergia con gli elementi investigativi emergenti, venivano altresì sventati due furti presso due diverse scuole, con la fuga dei fuorilegge.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Sono sempre loro, provengono sempre da li, 8 reati su 10 vengono fatte da persone di quella provenienza, incluso l’agro-nocerino che praticamente appartiene alla provincia di Napoli e aspetto sempre la secessione loro e le aziende di trasformazione del pomodoro egiziano che spacciano per locale nocerino, andate a chiedere alla massa di “raccomandati lavoratori nocerini che lavorano nel Porto di Salerno” quante tonnellate di pomodoro dall’Egitto arriva non ne possiamo più! Se andassero via pure dal Porto e si andassero a cercare lavoro nel Porto di Napoli dove batte o corazon

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.