Giffoni Film Festival 2019 Assegnato Il Premio Cial Per L’ambiente

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
È una produzione cilena del 2018, realizzata in collaborazione con il Brasile e il Qatar, il film vincitore del “Premio CIAL per l’Ambiente” al Giffoni Film Festival di quest’anno, premio ufficiale istituito con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e giunto ormai alla sua quindicesima edizione.

 TOO LATE TO DIE YOUNG della regista Dominga Sotomayor, è stato presentato al festival del cinema per ragazzi più importante al mondo, nella categoria Generator +16, composta da giurati fra i 16 e i 18 anni.

Il Premio, un Grifone in alluminio riciclato, è stato assegnato dal Consorzio CIAL, partner ambientale storico del Giffoni, in accordo con la Direzione Artistica del Festival, e consegnato oggi all’attore protagonista Antar Machado dai ragazzi della “Giuria CIAL”, 12 studenti provenienti da tutta Italia, al Giffoni perché vincitori del concorso scuola “Obiettivo Alluminio”.

Sinossi del film

La democrazia ritorna in Cile durante l’estate del 1990. In una comunità isolata, Sofia, Lucas e Clara affrontano i loro primi amori e paure, mentre si preparano per la notte di Capodanno. Possono vivere lontano dai pericoli della città, ma non da quelli della natura.

Motivazione del Premio

Il Premio CIAL per l’Ambiente viene assegnato al film “TOO LATE TO DIE YOUNG”, in particolare, per il racconto scelto dalla regista che, nonostante si riferisca ad un periodo storico lontano nella memoria, si rivela fortemente attuale.

In un Paese, il Cile, che sta vivendo una profonda trasformazione sociale, politica e culturale, la natura diventa lo scenario dove i tre giovani protagonisti sapranno ritrovare la strada per affrontare il futuro.

Per Luca, Clara e Sofia è un periodo di cambiamento e di resa dei conti. In una terra arida, lontano dai genitori, vivono i loro primi amori e le paure tipiche di un’età, lontano dalla città e completamente immersi nella natura.

CIAL

CIAL, fra i partner del Giffoni Film Festival, è il più longevo e di sicuro il primo e più accreditato partner ambientale. Grazie a questa duratura amicizia, il festival ha iniziato, ormai 18 anni fa, un percorso ambientale che oggi appare maturo e ricco di iniziative.

CIAL è un Consorzio Nazionale no-profit che si occupa di avviare al riciclo gli imballaggi e i contenitori in alluminio raccolti, in maniera differenziata dai Comuni italiani, grazie all’impegno dei cittadini.

Parliamo di: lattine per bevande, vaschette e scatolette per il cibo, anche quello per gli animali, bombolette spray, tubetti per creme e pomate, tappi, chiusure e anche il foglio sottile.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.