Carabiniere ucciso a Roma: trovata l’arma del delitto

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
17
Stampa
Sono Elder Finnegan Lee e Christian Gabriel Natale Hjorth i due cittadini americani fermati per l’omicidio del vicebrigadiere dei carabinieri, Mario Cerciello Rega. A entrambi è contestato omicidio e tentata estorsione, ma a infliggere le otto coltellate che hanno ammazzato il militare sarebbe stato il 19enne, Elder Finnegan Lee. Così si legge nelle tre pagine di decreto di fermo. Lo scrive il Corriere.it

Nel corso della perquisizione della camera d’hotel, occupata dai due fermati, è stata trovata e sequestrata l’arma del delitto, un coltello di notevoli dimensioni, abilmente nascosto dietro ad un pannello a sospensione del soffitto, nonché gli indumenti indossati durante il reato. I due, una volta in caserma, sono stati interrogati dai Carabinieri, sotto la direzione dei magistrati della Procura della Repubblica di Roma, e hanno confessato tutto.

Era nascosto in una fioriera esterna, vicina all’hotel dove Elder Lee e Natale Hjorth alloggiavano, il borsello rubato allo spacciatore. È quanto emerge dal decreto di fermo per i due americani per l’assassinio del vicebrigadiere dei carabinieri, Mario Cerciello Rega

Le indagini hanno consentito di accertare che poco prima dell’omicidio, i due giovani statunitensi avevano sottratto uno zaino ad un cittadino italiano, minacciandolo, nel corso di una telefonata, di non restituirglielo se non dietro la corresponsione di 100 euro ed un grammo di cocaina. Successivamente, i carabinieri, contattati dalla vittima che aveva denunciato l’accaduto, si sono presentati all’appuntamento per bloccare i malfattori, i quali, nonostante i militari si fossero qualificati come appartenenti all’Arma non hanno esitato ad ingaggiare una colluttazione, culminata nel tragico ferimento mortale del Vice brigadiere. I fermati sono stati portati nel carcere di Roma Regina Coeli a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

17 COMMENTI

  1. Adesso dove siete i Salviniani com’è adesso non avete da lamentarvi perché ad ammazzare il povero carabiniere non sono stati i mammoni neri africani ma i bianchi yankee fatevi sentire adesso galline da pollaio padovano.

  2. Mo Trump lo chiama…e il soggetto che abbiamo al governo va a farsi i picnic anche alla Casa Bianca per non farlo arrabbiare…

  3. Io credo che proprio per essere americani, Salvini gli vorrebbe far scontare il doppio del massimo previsto dalla legge, ma purtroppo qualche magistrato megalomane ed onnipotente probabilmente sfrutterà l’occasione per salire alla ribalta.

  4. Un Ministro degli Interni che sembra una casalinga rincoglionita. L’unica cosa che sa sono i grammi di pasta da buttare in acqua. Che Paese.

  5. Azzzz….e che dirá adesso il capitano coraggioso insieme agli amici cinque stelline?….ma certo!:che sono stati gli americani mica i russi?!…tutti a casa!

  6. Adesso purtroppo come bravi PECORONI, dopo una telefonata di Trump, abbassiamo le orecchie e nel giro di un mese li metteremo su un aereo e torneranno a casa. Come abbiamo sempre fatto….che schifo.

  7. Di fronte alla morte,è stomachevole leggere questi commenti.Invece di esprimere solidarietà e vicinanza ai cari del carabiniere ed alla benemerita si sviscera anvora odio e faziosità. Siete dei signor nessuno!!!

  8. Meno male che non sono “neri”, così i buonisti e perbenisti possono essere felici e gonfiarsi il petto continuando a sostenere la propria causa . Mi viene la nausea : è stato trucidato un carabiniere per niente, e gli imbecilli pensano a fare il “tifo” per i bianchi, o per i neri, colpa di Salvini o colpa Pd, ma nessuno ha speso una parola per quel povero ragazzo morto.
    Speriamo almeno nella “giustizia”, ma se vedendo come funziona in ItaGlia. …..

  9. Ha ragione Pietro….di fronte alla morte e al vile assassinio di un eroe servitore della Patria dovremmo chiedere per chi è si è macchiato di questo vergognoso assassinio il massimo del massimo della pena sia esso africano italiano americano o americano di origini nordafricane…..il carabiniere ucciso era il massimo esempio positivo per i nostri giovani e per tutti gl’itagliani falsobuonisti e rivoluzionari alla amatriciana…..R.I.P Eroe Italiano

  10. Un dolore e una tragedia per tutti. Comunque, Salvini non può assumere ruoli di responsabilità politica. Non ha la misura. È un bluff.

  11. Come mai lo spacciatore chiama i carabinieri per farsi ridare la borsa?
    Perché i militi intervengono in borghese e senza chiamare i rinforzi?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.