Vertenza Busitalia: garantiti servizi fino al 65-70%. Molte corse soppresse

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Molti hanno notato – e segnalato alla nostra redazione – corse soppresse e servizi ridotti da parte di BusItalia. Cerchiamo di capire a che punto è una vertenza che si trascinerà fino al prossimo autunno se non si troverà una soluzione immediata.

L’agitazione degli autisti di BusItalia produce conseguenze che si fanno sentire sulle spalle dei pendolari. Allo stato attuale – secondo fonti sindacali – i servizi e le corse sono garantiti fino ad un massimo del 65-70% del totale. Detto altrimenti, un terzo delle tratte salta completamente e la gente è sempre più arrabbiata. Si continuerà in questo modo – salvo mosse a sorpresa dell’azienda – fino al prossimo mese di settembre, quando lo stato di agitazione si tramuterà in sciopero vero e proprio, non si sa ancora in quali date né per quanti giorni.

Il problema è legato al mancato rispetto di alcuni punti del contratto nazionale firmato da BusItalia. L’azienda non rispetterebbe le corrette relazioni sindacali, non programmerebbe i servizi aggiuntivi insieme ai dipendenti, i quali spesso hanno appreso di nuove corse, tratte o impegni presi da BusItalia solo a mezzo stampa o con ordini di servizio esecutivi.

In più, da settimane gli autisti denunciano le condizioni precarie di alcuni mezzi, a loro giudizio non idonei a circolare in strada, al punto da lasciarli in deposito senza manutenzione. Altro personale è alle prese con corsi di formazione e tutti rifiutano di fare lo straordinario (che è facoltativo), soprattutto dopo il fallimento del tentativo di conciliare le parti registrato giorni fa in Prefettura a Salerno.

Ai tanti cittadini salernitani che contattano la nostra redazione per avere notizie sui disservizi, le corse soppresse, gli orari non rispettati e le fermate saltate non possiamo dire altro, perché di più non si conosce di una vertenza che – finita la salvaguardia dei mesi estivi- vivrà il classico autunno caldo.

fonte litatv.com

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. un servizio di trasporto pubblico davvero pietoso da paese sottosviluppato. per andare o tornare dall’università saltano sistematicamente 2 corse su 3. l’anomalia di questa città è l’assenza delle istituzioni, comune università regione, in questa vertenza giocata sulla pelle dei pendolari.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.