Scoperti tre Campani ‘specialisti’ in truffe ai marittimi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
Nel tardo pomeriggio di ieri la Squadra Mobile della Polizia di Stato ha colto nella flagranza del reato di tentata truffa i pregiudicati napoletani V. B., 50 anni, e S. D. P., 31 anni, e A. P., 39 anni.

In seguito ad alcune segnalazioni giunte alla Polizia di Frontiera riguardanti una autovettura con tre occupanti che, in ambito portuale, avvicinava il personale di bordo delle navi lì ormeggiate ed intavolava trattative volte alla vendita di materiale informatico – di vario genere – tentando di porre in essere delle truffe, veniva attivata immediatamente la Squadra Mobile che, con due pattuglie, si metteva alla ricerca dell’auto segnalata.

L’auto, con a bordo le tre persone segnalate, veniva rintracciata e bloccata in breve tempo mentre si allontanava dall’area portuale. Identificati gli occupanti veniva eseguita una perquisizione sull’autovettura che consentiva di rinvenire una serie di oggetti di vario tipo e di scarsissimo valore, fra i quali una custodia per notebook riempita con fogli di cartone avvolti in nastro adesivo da pacchi che dovevano simulare la presenza di un computer, che i tre avevano sistemato all’interno del bagagliaio.

Le successive perquisizioni eseguite nelle stanze di un hotel della riviera, nel quale avevano trovato alloggio i tre, consentivano di rinvenire altri oggetti da impiegare per la confezione dei cosiddetti “pacchi” ed alcune stecche di sigarette di contrabbando. E’ tuttora in corso lo sviluppo dell’attività investigativa, oltremodo indirizzata alla identificazione delle vittime delle truffe. E’ da ritenersi assolutamente probabile, infatti, che i tre si siano resi protagonisti di numerose azioni, con la cosiddetta tecnica del “pacco”, sia in città che nel circondario.

Fonte RavennaNotizie

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. sinceramente .. anche se PRIMA, all’INIZIO, avevano ragione …. conoscendo lo stile e guardando come si comportano questi “corregionali” li manderei in esilio al polo nord. Gentaglia. Se davvero avevano ragione dovevano chiamare la polizia SUBITO, non dopo aver minacciato di prendere coltelli pistole mandare in galera far passare guai etc… e poi dao video non si capisce l’origine della questione. Altra figura marrone per Napoli e la provincia .. e purtroppo per il sud.Grazie a questi squallidi personaggetti…. Napoli non merita questa gente

  2. La ci sono 2 costanti ….purtroppo sono 2 facce della stessa medaglia, i nostrani sono come al solito squallidi e vomitevoli ….i barbari razzisti e vigliacchi.
    Comunque non sono per niente giustificabili ….quando non sono in maggioranza e le prendono sbraitano come i ….

  3. Ma che patetici questi napoletANI : come “abbuscano”, eccoli che subìto fanno le vittime e piangono come i bambini gueeee gueeeee, e subito denunciano che sono vittime di razzismo immotivato.
    Ma la realtà è diversa e innegabile, e anche se brucia per i napoletANI, invece di piangere e fare le vittime, cercassero di civilizzarsi un po’.

  4. Purtroppo questi vanno in trasferte x vedere come devono arrangiare, questa volta gli è andata male

  5. Forse nn avete capito bene, ma uno dei vigilanti era di Napoli. Si sente che parla napoletano e glielo rinfaccia pure quello che ha preso gli schiaffi… Che teatrino

  6. Se gliele hanno date ci sarà un motivo…non penso li abbiamo menati perché si annoiavano. Tanto più che alla minaccia ci sono le telecamere le guardie se ne sono altamente fregate. A prescindere da dove vengano imalcapitati qualcosa avranno fatto

  7. che cavolo avete combinato, io ho pubblicato un commento con il link a questo articolo e voi lo pubblicate al posto del precedente? voglio sperare in un errore del sito …

  8. Definiteli napoletani e non campani perché con questo articolo offendere una ragione intera.
    Sono sempre loro …

  9. Ma perché scrivere nel titolo CAMPANI, generalizzando e facendo vergognare tutti i campani appunto?
    NapoletANI, nient’altro che napoletANI. …e come diceva un comico :《non siamo noi ad essere razzisti, sono loro che sono napoletANI》.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.