Dura lettera del Premier Conte a Salvini: “Da te ennesima sleale collaborazione”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
Attacco frontale di Conte a Salvini: in una lettera aperta pubblicata su Facebook, il presidente del Consiglio accusa il ministro dell’Interno di “sleale collaborazione”, di ripetute “slabbrature istituzionali”, di “strappi istituzionali” determinati dalla “foga politica”. Il riferimento è alla lettura che il leader leghista ha dato della richiesta di consentire lo sbarco dalla Open Arms di minori e persone vulnerabili.

Ieri il premier aveva chiesto al ministro dell’Interno di “adottare con urgenza i necessari provvedimenti per assicurare assistenza e tutela ai minori presenti nell’imbarcazione” tramite “comunicazione formale”. Ma Salvini l’ha tradotta come invito generico ad aprire i porti. Di qui le accuse di Conte di “sleale collaborazione”.

Il presidente del Consiglio prosegue sottolineando che “il consenso politico a cui ogni leader politico aspira si nutre della fiducia degli elettori. Ma se non alimentiamo la fiducia dei cittadini nelle istituzioni pubbliche si crea un cortocircuito e alla fine prevalgono rabbia e disaffezione. Dobbiamo tutti operare per riconoscere piena dignità alle istituzioni che rappresentiamo, nel segno della leale collaborazione. Hai alle spalle e davanti una lunga carriera politica. Molti l’associano al potere. Io l’associo a una enorme responsabilità”.

Il premier, nel lungo post, annuncia anche che “Francia, Germania, Romania, Portogallo, Spagna e Lussemburgo mi hanno appena comunicato di essere disponibili a redistribuire i migranti” della Open Arms. “Ancora una volta i miei omologhi europei ci tendono la mano”. Conte ribadisce di voler “insistere in direzione di una soluzione sempre più europea, altrimenti l’Italia si ritroverà completamente isolata in una situazione che diventerà, nuovamente, via via sempre più ingestibile”.

Per questo – aggiunge Conte – “mi batterò sino all’ultimo giorno perché si affermi un meccanismo europeo da applicare in via pressoché automatica, per operare una redistribuzione che veda tutti i Paesi dell’Unione pienamente coinvolti”. E un’ultima bacchettata a Salvini: “Non possiamo limitarci a esibire posizioni di assoluta intransigenza. Non possiamo agire da soli”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Un minimo di decenza….Salvini…vavatenn!!…ma sto polentone mandasse i baci di Giuda a qualcun altro!

  2. Caro presidente del consiglio, prima che ti sfiducino togliti la soddisfazione e mandalo a fan..tozzi.

    Sei una persona stimabile ma ti sei messo in una brutta combriccola.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.