Graffette alle porte, ecco come i ladri “segnato” le loro vittime

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Stava aprendo il portone di casa quando sotto i suoi occhi sono cadute delle graffette trasparenti, e quindi invisibili, di quelle utilizzate dai manolesta sia per marcare le case da svaligiare sia per sapere quasi con certezza se l’appartamento preso di mira è al momento senza proprietari. La donna, che vive nella zona di piazza San Marco, in pieno centro storico, già a conoscenza dell’ultimo trucco dei ladri, allora ha controllato tutti i portoni del palazzo per evitare che gli altri condomini al rientro dalle vacanze fossero accolti dalla spiacevole sorpresa e ne ha trovate altre venti.

“Fate attenzione – lancia l’appello la donna – e avvertite la polizia se notate qualcosa di strano, magari anche solo per aiutare i vostri vicini che sono in ferie”. L’episodio è stato segnalato al 113. Ma non è un caso isolato. Sono sempre di più i malviventi che utilizzerebbero tale escamotage per avere la certezza che i portoni restino chiusi, deducendo quindi l’assenza dei proprietari.

In buona sostanza, funziona così: le graffette in materiale plastico vengono posizionate nell’apertura delle porte di ingresso alle abitazioni. Case che per esempio danno sulla strada o condomini dove non è difficile penetrare nell’androne o nei pianerottoli.

Se le graffette restano al proprio posto dopo ore o giorni, significa che nessuno in quel lasso di tempo ha spalancato la porta. Altissime quindi le probabilità che i residenti siano fuori città. Tradotto: via libera. Nel mese di agosto, uno dei periodi più redditizi per i marioli di professione per via dei palazzi vuoti, a Firenze sono in aumento le segnalazioni di colpi messi a segno con questa particolare tecnica.

E su Facebook, da qualche tempo, è scattato anche un tam tam volto a mettere in preallarme i cittadini. “Occhio, è un linguaggio in codice dei ladri” scrivono a corredo della foto che mostra le graffette in plastica. Ricordiamo che, dal 16 settembre, sarà pubblicato sulla Rete civica del Comune di Firenze il nuovo bando per richiedere i contributi per l’installazione da parte dei cittadini di sistemi di sicurezza nelle abitazioni: le domande di contributo (fino a 1500 euro per ogni intervento) potranno essere presentate dalle 12 dello stesso giorno alle 12 del 16 dicembre 2019, fino all’esaurimento delle risorse stanziate se antecedente al 16 dicembre.

Fonte LaNazione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.