Mihajlovic dimesso dal Sant’Orsola di Bologna, finito il primo ciclo di cure

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Sinisa Mihajlovic è stato dimesso stamattina dall’ospedale Sant’Orsola dopo avere finito il primo ciclo di cure contro la leucemia. Lo annuncia lo stesso Policlinico con una nota: “E’ in buone condizioni generali, è stato dimesso dal reparto a Bassa Carica Microbica dell’Unità operativa di Ematologia”.

La nota aggiunge che ha “completato tutti gli accertamenti necessari”, il che significa che i valori ematici assestati hanno evidentemente permesso il via libero dei medici.

E’ stata un’estate difficile per il tecnico serbo, a cui la città e i tifosi hanno cercato di dimostrare tutto l’affetto e il sostegno possibile. Dopo la comparsa in campo domenica sera a Verona, oggi la buona notizia: Sinisa può tornare a casa dalla moglie e dalle figlie e preme per essere presente sia all’allenamento della squadra di giovedì sia alla partita: il sentitissimo esordio casalingo contro la Spal.

E del resto, Michele Cavo il primario di Ematologia del Sant’Orsola l’aveva detto: «La presenza di Mihajlovic a Verona  potrebbe non essere stato un caso isolato». Lo aveva spiegato, all’indomani del ritorno del tecnico in panchina al Bentegodi. E Mihajlovic spera di concedere il bis venerdì sera. Di più. Sinisa aspetta e spera: di poter condurre anche l’allenamento di rifinitura di domani.

A un patto: che i controlli ai quali viene sottoposto quotidianamente gli consentano di tornare al campo e in panchina in tutta sicurezza. Una volta ottenuta la prima vittoria, quella più importante (ossia le dimissioni dal reparto di Ematologia) Mihajlovic si confronterà con i medici per capire se gli sarà possibile condurre l’allenamento di rifinitura in programma giovedì ed essere presente al derby con la Spal.

Questo non significa che il tecnico abbia risolto definitivamente i problemi di salute. Il tecnico dovrà sostenere nuovi cicli di cura nel prossimo futuro, che lo costringeranno a non garantire la propria presenza fisica, come era stato spiegato già dal medico rossoblù Nanni il 13 luglio, in occasione della conferenza in cui Sinisa rese nota la sua malattia. Ma l’intenzione di essere ancora vicino ai suoi ragazzi anche nella delicata partita contro la Spal racconta più di ogni altra cosa la tempra di Mihajlovic e la sua voglia di essere al fianco della squadra.

Fonte ilrestodelcarlino.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.