Salerno. Irno Festival. Concerto solisti Teatro alla Scala con pianista Emilio Aversano

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Nell’ambito dell’Irno Festival, curato dal direttore artistico Tiziano Citro, nel suggestivo atrio del Duomo di Salerno, spicca il concerto del Quartetto di fiati dei solisti del Teatro alla Scala con il pianista Emilio Aversano.

Il 31 agosto 2019, alle ore 21,00, Fabrizio Meloni, clarinetto, Gabriele Screpis, fagotto, Fabien Thouand oboe, Jorge Monte de Fez, corno, ed Emilio Aversano, pianoforte, si cimenteranno con due composizioni che hanno segnato la storia della musica.

Il programma si aprirà con il Quintetto per pianoforte e fiati  K452 di Mozart. Composto nel 1784 parallelamente a numerosi concerti per pianoforte e orchestra, rappresenta un pezzo di grande equilibrio tra le parti. Il pianoforte, a cui si sedeva lo stesso Mozart, dialoga con gli altri strumenti come primo tra pari. La ricerca dell’ autore sembra mirare ad una espressività che si differenzia nelle caratteristiche timbriche dei vari strumenti.

Il programma prosegue con il Quintetto di Beethoven. Poco eseguito, si collega alla prima parte della produzione beethoveniana (1796) come se l’autore raccogliesse il testimone da Mozart per meglio illuminare il cammino della storia. Siamo ancora in una fase giovanile che offre un messaggio di serenità a chi ascolta.

Per quanto riguarda gli interpreti Fabrizio Meloni, Gabriele Screpis, Fabien Thouand e Jorge Monte de Fez, sono prime parti soliste della prestigiosa orchestra del Teatro alla Scala. Nel loro quartetto portano l’accuratezza e la compita espressività che arricchisce l’ascoltatore di un cammino fatto di grande equilibrio interpretativo, che trova il suo punto di forza nella qualità del suono.

Il pianista Emilio Aversano, salernitano, la cui formazione è stata segnata dal suo incontro con l’indimenticabile Aldo Ciccolini, è un interprete di caratura internazionale che ha dedicato la sua vita non solo all’interpretazione pianistica, ma anche alla ricerca musicologica e ai collegamenti con la cultura greca.

Il concerto sarà un’anteprima per Salerno del futuro impegnativo evento l’11 maggio 2020 alla Scala di Milano, con la stessa formazione e con l’aggiunta dell’esecuzione di tre sonate di Scarlatti, che il pianista Aversano inciderà per Warner Classics, in un cd dedicato.

 

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.