Scuole e vaccini: multe salate per chi non è in regola

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Si avvicina la riapertura delle scuole e con essa riprende forza la protesta dei no-vax. Perché il 10 luglio è scaduto il termine ultimo per mettersi in regola: per entrare a scuola bisogna aver fatto le 10 vaccinazioni obbligatorie previste dalla Legge Lorenzin del 2017. E secondo le stime, in asili e nidi, sono in tanti quelli che rischiano l’esclusione. Intanto con la Lega via dal governo tramonta il progetto di una legge su “l’obbligo flessibile”.  Lo scrive TgCom.it

La legge parla chiaro: i bambini sotto i 6 anni che non hanno fatto tutte le vaccinazioni non potranno accedere all’asil, mentre per i genitori di tutti gli altri le multe previste vanno dai 100 ai 500 euro. Il ministro della Salute, Giulia Grillo, ha detto che di fronte ai dati del 2018 “è necessario migliorare l’offerta e l’accesso ai servizi. E dissolvere i dubbi dei cittadini su sicurezza, efficacia e utilità dei vaccini”.

Resta il fatto che rimane uno zoccolo duro di famiglie no-vax che porta a percentuali preoccupanti la quota di chi rischia di essere escluso: a livello nazionale, il 4% dei bimbi fino a 6 anni non potrà frequentare l’asilo perché non coperto rispetto alla polio, mentre il 5,1% non ha fatto l’anti-morbillo. Per la scuola dell’obbligo, essendoci solo la sanzione pecuniaria, la situazione è ancora peggiore: il 9,3% di alunni non ha fatto la quarta dose di anti-polio mentre il 10,8 non è immune al morbillo.

In questo scenario si inserisce il cambio di governo, con l’uscita della Lega dalla maggioranza. Un cambio che colpisce le speranze di chi aspettava un ammorbidimento rispetto a quanto previsto con la Lorenzin. La nuova legge promessa, che avrebbe introdotto l’obbligo flessibile, è arenata da mesi nelle secche del Senato, spinta soprattutto dalla Lega ma arginata dal ministro Grillo che non ha voluto per esempio, agire con un decreto, come richiedeva la truppa leghista.

Fonte TgCom

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. importante è pagare. poi qualcuno mi spiega come mai la lorenzin per le sue falsità palesi e indiscutibili sui 500 morti di morbillo annunciati a londra in due anni non ha neppure ricevuto una denuncia “mediatica”. i morti in due anni, dati ufficiali alla mano, sono stati UNO.. ma in base alle sue palesi falsità ha messo un obbligo per milioni di bambini saltando completamente il problema dell’assoluta assenza di epidemie, quello della pericolosità in molti casi, e quello delle reazioni avverse, tutta roba scritta dai medici e dai produttori dei farmaci. Il morbillo non uccide nessuno, da solo, ma può essere concausa in casi di malattie pregresse. Siamo nel 2019, non si puo continuare a vaccinare come se fossimo nel 1600, le condizioni igieniche e la notevole ricerca scientifica non sono per nulla paragonabili.. ma secondo qualcuno dovremmo vaccinarci pure per la peste bubbonica che si diffondeva quando si buttavano escrementi dal balcone per strada e non si conosceva il sapone quotidiano..
    Ah, sappiate che è chiaramente scritto che chi si vaccina deve rimanere lontano dagli altri per alcune settimane.. perchè è EGLI stesso infettivo! (cosa che prima non era, chiaro?)
    I vaccini sono dei farmaci, e vanno usati come tali, quando c’è reale rischio o necessità: UN caso in due anni (londra) e zero casi in seguito, su decine di milioni di abitanti, sono NULLA.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.