Salerno: muore a 17 anni dopo un intervento al Ruggi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa
Muore a 17 anni dopo un intervento nel reparto di cardiochirurgia dell’Ospedale Ruggi di Salerno. A darne notizia il quotidiano Le Cronache oggi in edicola.  La ragazza, di origini cavese, secondo le poche notizie filtrate era una cardiopatica congenita, nonostante la giovane età.

Si era sentita male a casa ed in un primo momento era stata ricoverata all’ospedale di Cava per poi essere trasferita al Ruggi. L’intervento c’è stato ma purtroppo dopo due giorni la ragazza non ce l’ha fatta

I medici fanno sapere di essere addolorati per la vicenda, di aver fatto il possibile per aiutarla nonostante che anche l’ipotesi del trapianto fosse stata scartata per le condizioni del suo quadro clinico.

Intanto i genitori hanno presentato una denuncia ai carabinieri che hanno già provveduto a sequestrare la cartella clinica. E’ probabile che servirà l’autopsia per conoscere le vere ragioni della morte. Dopo ci saranno le decisioni del magistrato che ha aperto l’inchiesta.

Fonte Le Cronache in edicola mercoledì 4 settembre 2019

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. x carlo: il signor bravo ha ragione, ormai quella di perseguitare i dipendenti pubblici è una moda, qualsiasi cosa succeda subito si fanno denunce.
    Denunce su tutto, anche sulle cadute da letto che ovviamente non possono trovare nei medici dei colpevoli.
    Nello specifico si sta già arrivando al punto che nessuno più vuol fare chirurgia.

  2. Questo accade perché in Italia il riscontro diagnostico post-mortem, soprattutto negli ospedali del sud, è molto infrequente. Si ricorre all’autopsia giudiziaria solo dopo un’ipotesi di reato per omicidio colposo. Con ogni probabilità la ragazza aveva il destino segnato a causa di una grave cardiomiopatia di natura congenita che avrebbe richiesto il trapianto. Difficile, se non impossibile, affermare una precisa responsabilità dei medici dinanzi ad una grave condizione patologica divenuta irreversibile.

  3. Caro direttore, se si ricorda qualche mese fa, su un episodio simile (lo chiamo così) vi fu uno scritto quasi uguale a quello del signor Bravo, io se Lei ricorda le telefonai e la pregai di fare attenzione su tali commenti in quanto solo chi viene ad essere da episodi così nefasti sa cosa patisce. Ed io come i miei familiari ed i familiari delle persone decedute conosciamo le ns pene ed a questo punto auguro a chi come l’utente (Bravo) che scrive commenti chiamiamoli beceri io gli auguro vivamente di essere colpito nei suoi affetti più cari così vediamo se poi avrà ancora il coraggio di fare commenti così offensivi. A Lei Direttore la prego maggiore attenzione su questi fatti tragici grazie.

  4. Ma probabilmente la denuncia è stata fatta, per poter chiedere l’ autopsia. Io non credo emergeranno colpe sui medici, purtroppo il destino alle volte è davvero crudele. Povero angelo che ci ha lasciati.

  5. Confermo quanto detto, con la coscienza di parlare della cardiochirurgia di Salerno che non merita in alcun modo sospetti di malasanità. Quei medici sarebbero stati certamente i primi ad ammettere un errore. Non ho parlato quindi in termini generali e/o generici ma riferendomi all’ambito della cardiochirurgia di Salerno, rimanendo ben cosciente del dolore dei familiari, cui mi associo ovviamente nella condivisione del lutto. Quindi di becero non c’è proprio nulla, non ho offeso e non sono stato volgare. Rimando al mittente l’offesa. Fa poi parte del riscontro facoltativo dell’autorità sanitaria praticare l’autopsia che poui avverte la magistratura in caso di sospetto di reato. Anche l’autore di codesta critica non conosce tutto e deve informarsi prima di scrivere.

  6. In tutto questo, e’ facile puntare il dito contro chi per ultimo ha tentato di salvarla, ma bisogna prima di tutto valutare ogni aspetto delle condizioni cui è giunta la povera ragazza….. E non ultimo capire se all ospedale di Cava e stato fatto tutto quello che si poteva fare o se, come penso, possano esserci anche delle colpe per ritardi che hanno fatto peggiorare la situazione….. Spesso è fondamentale nei cardiopatici intervenire per tempo……. Se alla cardiologia di Cava hanno perso tempo.. A Salerno sarà arrivata già in condizioni disperate….. Quindi secondo me non bisogna puntare subito il dito contro la cardiologia di Salerno, ma valutare anche quello che è successo a Cava………. In ogni caso, di chiunque sarà la colpa… Nessuno potrà mai restituire questo angelo ai propri genitori…..

  7. Se per frequentare la facoltà di medicina abbiamo il numero chiuso e al contrario le facoltà di giurisprudenza sono di libero accesso…per ogni medico ci sono quattro avvocatii che “addosso” a quel medico dovranno far uscire parte del loro mensile…ecco i danni VERI che la miopia e l’incapacità della classe politico/dirigente italiana ha prodotto.

  8. Se avessero scritto la notizia così: Purtroppo non ce l’ha fatta. Giovane cardiopatica dalla nascita ,sottoposta in extremis ad intervento cardiochirurgico….Sono addolorato della morte di un giovane,non è naturale,non è giusto!!!! Io faccio vita ospedaliera da molti anni,e dichiaro che nessuno si è mai arreso difronte alla scelta di salvare un giovane,ho visto sempre tentare anche l’impossibile. La cardiochirurgia Salernitana ritengo e credo che sia un eccellente reparto,la elevata professionalità dei medici e del personale infermieristico e di supporto infermieristico, ne fanno una grande realtà; ma questo non vuole essere una difesa a spada tratta,sarà la magistratura a dare giudizio finale. Comprendo,così come tutti il reparto, il profondo ed immenso dolore che ha colpito la famiglia della giovane paziente,e mi associo al loro dolore.

  9. Pienamente d’accordo col commentatore che definisce inopportuno e “accusatorio” il titolo dell’articolo. Beh, si sa, la gente è attirata da notizie forti. Questo però è un mal vezzo che fa torto a quanti mettono l’anima nel loro compito ospedaliero di ogni giorno (e tante notti). Coi vostri titoloni contribuite forse ad aumentare il numero dei lettori, ma ,credetemi ,ne uscite veramente penosi.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.