Violenza sessuale sulla moglie: ‘Mi aveva tradito con un 78enne’

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Accusato di aver costretto la moglie ad avere un rapporto sessuale ora Gino D.M., 33anni, rischia il rinvio a giudizio con l’accusa di violenza sessuale.

L’uomo, difeso da Giuseppe Russo, attualmente, detenuto presso la casa circondariale di Vallo della Lucania il prossimo 17 settembre comparirà dinanzi al Gip del tribunale di Salerno. A richiedere il giudizio è stato il magisrato tiolare del fascicolo investigativo. Lo scrive Le Cronache oggi in edicola

A suo tempo il riesame, invece, non ritenne sussistere i gravi indizi a suo carico. Le violenze nei confronti della compagna andavano avanti dal novembre del 2018. Alla fine dello scorso mese di gennaio la coppia riceve la visita di un amico.

I tre trascorrono una piacevole serata, ma quando il conoscente, un 78enne, si congeda, Gino D.M.si scaglia contro la donna accusandola di averlo tradito con il 78enne. L’adulterio si sarebbe consumato nel momento in cui l’arrestato si sarebbe allontanato dall’abitazione per acquistare delle pizze che i tre hanno poi consumato insieme.

Gino D.M. sosteneva di avere un video, registrato di nascosto, che provava il tradimento. Per sfuggire alla violenza la donna lascia l’abitazione e va a dormire a casa di un’amica. Il giorno seguente, a seguito di messaggi riconciliativi da parte di lui, i due si incontrano. Ma scoppia nuovamente la violenza anche in presenza di una terza persona e, anche mentre la coppia era in auto.

Fu percossa talmente tanto che la donna svenne. A trasportarla in ospedale fu un ambulanza del 118. Rag giunta in ospedale, il compagno cambiò completamente atteggiamento al punto che lei nuovamente si convinse a tornare a casa con lui. Ritrovatisi tra le mura domestiche Gino D.M. cominciò ad accusare donna, a minacciarla di morte e a colpirla ripetutamente con pugni e schiaffi, picchiandola con un bastone di ferro. Successivamente, l’ha strattonata e cosparsa di alcol mentre brandendo un accendino la minacciava di darle fuoco e ucciderla.

E’ a questo punto che l’uomo costringe anche la compagna ad avere un rapporto orale. Fortunatamente la vittima riesce ad allontanarsi e a trovare riparo in camera di letto mentre lui continua a minacciarla con un forchettone da arrosto vicino al quale aveva legato dei coltelli. L’arrivo dei carabinieri evitano il peggio e salvano la donna.

Fonte Le Cronache

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.