Incendio Battipaglia, l’Arpac monitora la qualità dell’aria

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Intorno alle 4.30 di stamattina Arpac è intervenuta per valutare gli effetti ambientali del grave incendio che nel corso della notte ha colpito un sito di recupero di pneumatici fuori uso, situato nella zona industriale di Battipaglia (Salerno).

Fin dalle prime ore della crisi, i tecnici del dipartimento di Salerno hanno attivato un laboratorio mobile per il monitoraggio della qualità dell’aria, collocato a circa centocinquanta metri dal sito interessato dall’incendio.

Il laboratorio mobile, già utilizzato in molti casi analoghi negli ultimi anni, monitora le concentrazioni di vari inquinanti in atmosfera, tra cui polveri sottili e idrocarburi policiclici aromatici (IPA). Nei pressi del laboratorio mobile, Arpac ha posizionato nel primo pomeriggio di oggi anche un campionatore ad alto volume di aria per il monitoraggio e la ricerca di diossine e furani.

I risultati forniti da questi due strumenti saranno diffusi nei prossimi giorni, compatibilmente con i tempi tecnici necessari per le attività analitiche e l’elaborazione dei dati.

I VERDI E BORRELLI SULL’INCENDIO. “Monitoriamo con attenzione l’evoluzione dell’incendio che ha interessato i locali di un’azienda di smaltimento rifiuti a Battipaglia. Il rogo ha generato una nube tossica che ha invaso le vicinanze.

Siamo preoccupati per la salute dei cittadini, attendiamo le risultanze delle analisi della qualità dell’aria condotte dall’Arpac per avere un quadro più chiaro circa la situazione. Purtroppo non è la prima volta che fatti del genere si verificano nel comprensorio di Battipaglia”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Proprio il mese scorso a Battipaglia andò a fuoco l’edificio della New Rigeneral, un’azienda facente parte dello stesso comparto. Risulta difficile pensare ad una coincidenza.

Tra l’altro, stando alle prime risultanze, l’incendio sarebbe di natura dolosa. Per questa ragione avanziamo l’ipotesi che si possa trattare di un sabotaggio e invitiamo le autorità a vagliare anche questa possibilità”.

VIDEO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.