Salerno: aggressione verbale e fisica tra pendolari a bordo del bus

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Ieri mattina, infatti, a bordo della linea 10 si è verificata l’ennesima scena di ordinaria follia. Tutto è accaduto quando l’autista della linea 10, in partenza da Fuorni alle 12.45 e diretto a Mercato San Severino, si è visto costretto  a dover utilizzare un mezzo non idoneo all’orario di punta, quello di 12 metri di lunghezza. Lo scrive Le Cronache oggi in edicola

Fino alla stazione ferroviaria, infatti, l’autobus era stracolmo di persone, solo nei pressi di piazza Vittorio Veneto si è svuotato per poi essere nuovamente colmo da piazza Malta in poi.

A via Irno, con circa 20 persone in attesa della linea 10, l’autista si è visto costretto a far scendere i pendolari leggermente più avanti della fermata prestabilita, impossibilitato a far salire altre persone, tra le urla e le proteste degli utenti in attesa. La situazione è però degenerata poco più avanti, nei pressi del parcheggio di Fratte quando due ragazzi di colore hanno prenotato la fermata per scendere.

Mentre i due giovani erano in procinto di abbandonare il mezzo, tre persone anziano raggiunto il bus, impossibilitate a salire anche a causa degli spintoni da parte degli studenti presenti sulla linea 10 che hanno “intimato” alle tre donne di attendere il prossimo autobus in quanto già colmo di persone.

Da lì, in poco tempo, è scoppiata la polemica, con aggressioni verbali da parte delle persone in attesa di salire e quelle già presenti sul mezzo. Dalle parole ai fatti in poco tempo e gli studenti a bordo del mezzo Busitalia hanno iniziato una feroce discussione, culminata con un’aggressione fisica.

Immediato l’intervento dell’autista che ha prontamente richiesto sul posto una pattuglia della polizia. Alla vista delle forze dell’ordine i giovani protagonisti sono fuggiti, così come due persone senza fissa dimora che hanno iniziato ad aggredire verbalmente chiunque capitasse a tiro, entrambi a bordo del mezzo.

A riprendere il tutto con il cellulare una pendolare che avrebbe già provveduto a scrivere all’azienda Busitalia e all’amministratore delegato Antonio Barbarino.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Dico da tempo che Salerno è periferia estrema di Mogadiscio e ciò che accade col trasporto pubblico è una delle dimostrazioni della mia affermazione. Da quelle parti la gente viaggia anche sul tetto del pullman: si potrebbe fare lo stesso anche a Salerno, così ogni pullman trasporterebbe quasi il doppio dei viaggiatori ed il problema sarebbe risolto!!!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.