Salernitana sconfitta dal Benevento i tifosi non fanno drammi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
16
Stampa
Nonostante la sconfitta per 2 a 0 i tifosi granata, al termine del derby con il Benevento, evitano di fare drammi. Pur riconoscendo la forza e la qualità dei sanniti i supporter salernitani restano fiduciosi sulle ambizioni della squadra allenata da Ventura

ECCO LE INTERVISTE

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

16 COMMENTI

  1. Si bisogna migliorare etc etc.….tutte le squadre se non giocano l’avversario diventa da serie A ! nessun dramma ovvio ma pensate un po’ 16 Mila spettatori ,abbonati che pagano lo stesso e chi piu’ ne ha più ne metta e triplo incasso x la società….! Alla fine vedrete il Benevento dove arriverà….altro che serie A ! Lotito ha l’alibi perfetto …ma non so quando li rivede i 15 Mila !

  2. e la prima di un lunga seria,avete vinto 2 partite con squadre mediocre e vi siete montati la testa voglio vedre i comenti di queste persone tra 4 -5 partite

  3. Ce ne vogliono tre. Poi ci vuole una punta vera e due difensori. Dopo di che possiamo lottare per il centroclassifica

  4. La squadra ha provato a fare quello che stanno provando da mesi ma la qualità degli avversari non l’ha permesso.
    Merito al Benevento che ha meritato, ma noi dobbiamo continuare il nostro percorso.
    Le somme le tiriamo a giugno

  5. Non faciat drammi perché u santu paulo non ci potete andaire! Lotait v sta piglienn in giair..u seliern merita rispeaitt!!! I benevaint è faurt!!!

  6. due livelli tecnici diversi. senza fare polemica, ma questa partita è emblematica per far capire chi ha fatto una squadra per la promozione e chi l’ha fatta sperando nella promozione.
    non disperiamo, perché cmq la qualità c’è per arrivare ai playoff.
    manca un uomo a centrocampo che detta tempi e gioco (Dziczek?), un bomber di razza (Cerci?), e un difensore che da sicurezza al reparto arretrato (Herteaux?). se questi tre innesti faranno un buon campionato allora non dovremo temere neanche le corazzate come il Benevento

  7. personalmente vado contro corrente ai pareri comuni per me non esiste la parola” piu’ forti” altrimenti partiamo gia’ sconfitti e’ sara inutile scendere in campo contro chievo,empoli,frosinone, crotone solo sulla carta forse piu’ forti ma sul campo ci sono 11 paia di gambe e 11 cervelli come gli altri, la salernitana ha giocato male con paure e insicurezze del passato punto, bisognava mangiarseli con furore agonistico e organizzazione e soprattutto tirare in porta senza remore.

  8. sono solo in parte d’accordo con te. è vero che c’è sempre una componente aleatoria che decide le partite, ma il Benevento ha obiettivamente giocatori di qualità superiore, non solo nei piedi ma anche nella testa. davanti a 18000 persone hanno fatto una partita eccellente, con poche incertezze. se non sono di serie superiore loro, allora chi?

  9. Anche se il benevento è più forte non vuol dire che era impossibile pareggiare o vincere, altrimenti il benevento dovrebbe finire il campionato con tutte vittorie, visto che è la squadra più forte.
    Ieri, senza disattenzioni e con un bel pò di corsa in più, avremmo strappato il pareggio. Il problema ieri siamo stati noi, non loro che sono troppo forti.
    Abbiamo fatto un’intera partita a fare 3000 passaggi fra i 3 difensori per impostare il gioco, poi 1000 palle perse (soprattutto da jallow che non da mai respiro alla squadra), eravamo nulli a centrocampo, corsa pari a zero, tutti fermi….e vogliamo parlare del benevento che è forte?
    Comunque non per fare polemica, ma solo per fare una sana critica sperando in un miglioramento, anche perchè credo che tutti gli errori che abbiamo fatto sono stati causati da ansia e timore, a parte jallow che è da serie c. Io solo su jallow non so come dobbiamo fare, ce lo dobbiamo purtroppo subire un altro anno, è un bidone, si è visto e si vede ancora. Lui e djuric forse insieme apparano ad un attaccante, che abbattimento, mamma mia. È meglio calaiò a sto punto.

  10. Non mi risulta che a Salerno parlano cosi’ questa lingua a cui fai tu riferimento e’ una sorta di dialetto cilentano condito da sfumature dell’agronocerinosarnese…quindi informati meglio

  11. La fortuna del Benevento si chiama Vigorito, la sfortuna della Salernitana si chiama Lotito.
    Un pubblico di serie A, spettacolare,una curva commovente, che peccato……

  12. Bravo Gioacchino, hai detto una cosa sacrosanta.Sono d’accordo con te, sono le motivazioni che fanno la differenza in mezzo al campo.Il presidente Vigorito vuole la serie A , e trasmette questo.Noi invece ……..poi si vedrà.

  13. Nel calcio è vero che contano i giocatori, ma è più importante avere un gioco , una buona organizzazione oltre a forte motivazioni….. altrimenti come si spiega pisa cremonese 4 a 1? E poi basta vedere quello che fa quasi sempre il Cittadella ogni campionato

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.