Salerno: al via il 19 settembre “Vivaio Sud”, idee e progetti per il terzo settore

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Sarà il Grand Hotel Salerno sul Lungomare Tafuri a ospitare “Vivaio Sud” 2019, l’appuntamento annuale promosso da Mecenate 90 e Forum del Terzo Settore che riunisce i protagonisti dell’innovazione sociale e culturale nel Mezzogiorno.

Associazioni, cooperative e gruppi si confronteranno sugli istituti della co-programmazione e coprogettazione disciplinati dalla riforma del Terzo Settore, con l’obiettivo di mettere a fuoco le modalità per ottenere la massima efficacia ed efficienza nell’erogazione delle risorse destinate ai settori culturale e sociale.

Terzo settore: obiettivo efficacia ed efficienza

Il settore culturale muove complessivamente 265,4 miliardi di euro, impiega più 1,5 milioni di addetti offrendo un contributo all’occupazione complessiva del Paese pari al 6,1%. “Il Sud, non fa eccezione- continua Prato – con una miriade di esperienze innovative in campo sociale, culturale, turistico, frutto dell’impegno di molti giovani che stanno investendo nei propri territori, restituendo vitalità a molte aree del Mezzogiorno”.

Ne sono testimonianza case histories come l’Ex Fadda a San Vito dei Normanni in provincia di Brindisi, trasformato da stabilimento enologico a spazio per l’innovazione sociale; Officine Culturali, impresa che gestisce lo spazio urbano che ospita il Monastero dei Benedettini, dove il patrimonio culturale è diventato bene e spazio accessibile ai cittadini, Terra Felix a Succivo (Caserta) dove un bene architettonico abbandonato è diventato un centro di educazione ambientale e spazio per nonni e bambini o a Napoli dove la Fondazione FOQUS ha creato un centro di innovazione sociale e culturale nel cuore dei Quartieri Spagnoli.

Progetti esemplari, che hanno saputo – nella diversità dei modelli gestionali, delle attività che ospitano o generano, nelle modalità di funzionamento, nei saperi che li qualificano – ibridare e contaminare funzioni, servizi, pratiche, culture, persone, pubblico e privato, civismo e politiche pubbliche.

L’incontro a Salerno

Ma al centro dell’incontro anche alcune importanti criticità: alla vivacità degli attori sociali, infatti, è corrisposto una sostanziale irrigidimento di norme e strumenti. I bandi, ad esempio, invece, di favorire contaminazione e sostegno alla nascita di partenariati a scale diverse, eterogenei e inclusivi, trasversali nelle competenze, stanno accrescendo la competizione tra i diversi attori territoriali, scoraggiando la possibilità di crescita, di alleanze e di fiducia da parte di stakeholder pubblici e privati.

Le molte esperienze diffuse fanno fatica ad interloquire con il sistema bancario e con le Fondazioni, si relazionano con Enti locali deboli sul fronte delle risorse e delle competenze interne. Per affrontare questi e altri temi  parteciperanno a Vivaio Sud: Sergio De Felice, Presidente di Sezione del Consiglio di Stato; Michele Corradino, Consigliere dell’ANAC; Luca Gori, giurista della Scuola Sant’Anna di Pisa; Carlo Borgomeo, Presidente della Fondazione con il Sud; Andrea Abbodi, Presidente dell’Istituto per il Credito Sportivo, Roberto Covolo, Assessore alle Politiche Giovanili di Brindisi, Rossella Del Prete, Assessore all’UNESCO di Benevento, gli economisti Ludovico Solima e Stefano Consiglio delle Università di Napoli, esperti dell’innovazione sociale a base culturale come Marco D’Isanto, Renato Quaglia, Bertram Nissen di cheFare, partner di Vivaio Sud.

“Con loro -dichiara Maurizio Mumolo, Direttore del Forum del Terzo settore – proveremo a condividere domande e a fare proposte. Il tempo che stiamo vivendo richiede un supplemento di impegno civile e culturale e di coraggio nell’individuare le criticità e avanzare proposte che segnino quella discontinuità che serve per costruire un diverso presente prima ancora che un nuovo futuro”.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.