Scompare bimba di 5 anni: “Un uomo l’ha presa in un parco…”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Da lunedì scorso di Dulce Maria Alavez, una bimba di cinque anni, si è persa ogni traccia. Stava giocando in un parco del New Jersey con il fratellino più piccolo quando è scomparsa. Ore di ricerche che per ora si sono rivelate un buco nell’acqua, portando solo a una pista: un uomo dalla carnagione chiara che, secondo la polizia, avrebbe prelevato la piccola per poi portarla in un furgone prima di volatilizzarsi.

Dulce era andata nel parco di Bridgeton con suo fratello di tre anni, la mamma Noema Alavez, 19 anni, e un cuginetto di otto anni. I quattro erano andati prima a prendere un gelato e poi a giocare. La mamma si era allontanata di 30 metri per seguire il figlio di otto anni e aveva lasciato soli Dulce e il fratellino a mangiare il gelato. Dieci minuti dopo, quando è tornata, ha trovato il piccolo che si disperava con il gelato a terra. Quando hanno provato a chiedergli dove fosse Dulce, il bimbo ha indicato alcuni palazzi.

La donna in un primo momento ha pensato che i figli stessero giocando a nascondino, poi ha immediatamente contattato alcuni parenti e insieme a loro ha perlustrato l’area. Infine la famiglia si è rivolta alla polizia che da allora non ha mai smesso di cercare Dulce. Gli agenti credono che un uomo che indossava arancioni, pantaloni rossi e una camicia nera abbia preso la piccola e l’abbia condotta in un van rosso dai vetri oscurati. Non è chiaro se il sospettato conoscesse Dulce o se avesse rapporti con la famiglia.

Bridgeton Park è un’area di 1.500 acri che comprende un canale noto come Raceway e lo zoo di Cohanzick. Membri della famiglia e volontari si sono uniti agli sforzi degli agenti per cercare la piccola. L’hanno chiamata a gran voce e hanno utilizzato anche la musica di richiamo del camioncino dei gelati per attirare la sua attenzione. L’ultima volta Dulce indossava pantaloni a scacchi con fiori, una maglietta gialla e sandali bianchi. Le ricerche non si arrestano mentre la famiglia continua a sperare che possa tornare presto a casa.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.