Scoperta connessione tra rischio infarto e condizioni meteo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Esiste un legame tra clima e infarto. È questa la conclusione di uno studio, secondo cui il rischio di infarto è collegato alle condizioni meteo.

E, per questo, sarebbe anche possibile effettuare previsioni con vari giorni di anticipo.

Alla ricerca, pubblicata sull’International journal of cardiology e ripresa da Quotidiano sanità, ha collaborato anche l’unità operativa di cardiologia dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina, diretta da Francesco Versaci. Lo studio è durato 5 anni e ha preso in esame oltre 5mila pazienti, arrivati in vari ospedali colpiti da un infarto Stemi, cioè il caso in cui si verifica la completa interruzione del flusso sanguigno.

Confrontando questi casi con diverse variabili climatiche, quali temperatura, umidità, pioggia e pressione atmosferica, è emersa una correlazione tra il tempo e il rischio di infarto.

“Esistono delle complesse interazioni stagionali”, ha spiegato Versaci, sostenendo che la probabilità di essere colpiti al cuore aumenta con le basse temperature e con la maggiore umidità in inverno. In estate, invece, è maggiore il rischio di infarti quando le temperature sono più elevate.

“In particolare- ha aggiunto-sono le brusche riduzioni della pressione atmosferica che possono con giorni di anticipo evidenziare una maggiore incidenza di infarto in tutte le stagioni dell’anno”. L’analisi dei medici è stata fatta confrontando i casi di infarto arrivati negli ospedali di Latina e Campobasso con le variabili climatiche rese note dal Servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare di Pratica di Mare.

“Tali risultati – conclude Versaci- hanno importantissime implicazioni sulle strategie terapeutiche dei pazienti: riuscire a prevedere con anticipo i giorni considerati con bollino rosso per infarto offre la possibilità di prevenzione dei pazienti a maggior rischio di accidenti cardiovascolari e ulteriori possibilità organizzative per il sistema dell’emergenza sanitaria”

Fonte Il Giornale.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.