Gruppo Smet, via libera al maxi ordine di mille semirimorchi Kögel

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
L’amministratore delegato di Smet, Domenico De Rosa, ha perfezionato il maxi ordine di mille nuove unità Kogel. Nei giorni scorsi, infatti, il Responsabile vendite di Kögel, Massimo Dodoni. È stato così perfezionato il maxi ordine di semirimorchi.

I nuovi semirimorchi Kögel per il trasporto intermodale

L’ordine include anche i nuovi semirimorchi Kögel Euro Trailer Mega Rail. Si tratta di rimorchi in grado di trasportare fino a 37 europallet, cioè quattro più rispetto al semirimorchio Kögel Mega. Una scelta a tutto vantaggio del trasporto sostenibile, sia sul fronte ambientale che economico. Grazie ai rimorchi Kögel, infatti, è possibile risparmiare fino al 10% di carburante, riducendo allo stesso modo le emissioni di CO2 fino al 10%.

I nuovi semirimorchi, inoltre, sono già pronti per l’intermodalità. Con una tecnologia brevettata, che rispetta la codifica P400, Euro Trailer Mega Rail possono essere trasportati anche su rotaia. Il semirimorchio, inoltre, è certificato anche per il trasporto sui treni merci rapidi, fino alla velocità massima di 140 km/h.

La storia dell’azienda di Franz Xaver Kögel

Kögel è attiva nel settore dei trasporti, e in particolare nella realizzazione di rimorchi, sin dal 1934. Fu in quell’anno, infatti, che Franz Xaver Kögel acquisì la bottega di carrettiere. Già l’anno seguente iniziò la commercializzazione di rimorchi pensati per le crescenti necessità del settore agricolo. Nel corso della propria attività, l’azienda tedesca ha introdotto nel settore numerose novità, caratterizzando il settore del trasporto merci. È stato così che, nel 1961, l’azienda è stata in grado di presentare il primo semirimorchio refrigerato interamente realizzato in plastica.

Nel 1976, invece, Kögel ha presentato il primo semirimorchio refrigerato con struttura autoportante. L’azienda, tuttavia, non è attiva solo nella produzione di semirimorchi agricoli, ma anche di rimorchi per il settore edile. Infatti, già negli anni ‘50 l’azienda ha iniziato la produzione di rimorchi ribaltabili, pensati per scaricare i materiali da costruzione.

Kögel, dalla Germania all’Italia

L’azienda nata in Germania, precisamente a Burtenbach, è presente anche in Italia. In particolare, lo stabilimento italiano, che si occupa di vendita e after marketing, si trova a Verona. Il tricolore, tuttavia, non è sventola solamente nella sede italiana. Anche nella direzione aziendale. Fra i membri, infatti, anche Massimo Dodoni.

In particolare, questi fa parte di Kögel dal 2014, quando era Responsabile vendite per l’Europa sud-orientale. Successivamente, dal 2017, ha ricoperto la posizione di Amministratore delegato, ricoprendo anche la posizione di Responsabile dell’Europa sud e dell’est, oltre che del settore post-vendita.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.