Terremoto politico a Pagani: Gambino non è più sindaco

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Decade dalla carica di sindaco Alberico Gambino. Accolto il ricorso presentato dal prefetto di Salerno Francesco Russo.

Alle 17:30 il collegio della prima sezione civile del tribunale di Nocera Inferiore presieduto dal Dottor Simone Iannone ha emesso l’ordinanza di accoglimento del ricorso presentato dal prefetto di Salerno sull’incandidabilità di Gambino sancita dalla corte di cassazione il 16 maggio scorso.

Per il collegio del tribunale di Nocera Inferiore Gambino era in candidabile ai sensi della legge Severino e viene dichiaratoPertanto decaduto dalla carica di sindaco.

Nelle prossime ore potrebbe esserci già la nomina del commissario prefettizio che dovrà traghettare la città nuovamente al voto.

Fonte Telenuova.tv

LE DICHIARAZIONI POLITICHE.  M5S: “Con l’accoglimento del ricorso del Prefetto di Salerno in merito alla decadenza del sindaco di Pagani, Alberico Gambino, termina una fase di incertezza amministrativa per  la comunità Paganese. Al di là dei risvolti di natura politica, ciò che è certo è che un’amministrazione non può fare il suo lavoro se non vi è certezza sulla legittimità degli atti e delle azioni che si vanno a mettere in campo. Siamo e saremo vicini a Pagani e daremo sempre il nostro contributo fattivo per la comunità paganese. Siamo vicini ai cittadini di Pagani” dichiarano la Deputata del MoVimento 5 Stelle, Virginia Villani e il consigliere comunale di Pagani Santino Desiderio.

L’europarlamentare Lucia Vuolo: “Lo invito a non mollare finché la Costituzione glielo permetterà

“Apprendo della sentenza che porta alla decadenza del sindaco di Pagani. Invito l’amico Alberico Gambino a non mollare questa sua battaglia e a far valere le proprie ragioni fino a quando la Costitizione Italiana glielo permetterà. So che ora ci sono una serie di questioni da valutare ma so anche che lo farà con serenità insieme ai suoi legali, e sempre nell’interesse della Comunità Paganese”. Così Lucia Vuolo, europarlamentare della Lega, interviene sulle ultime notizie in merito alle vicende riguardanti l’amministrazione  comunale di Pagani.

“Ribadisco che, diversamente dalla vicenda del Comune di Pagani, dove la legge ha lasciato spazi interpretativi imbarazzanti anche per le istituzioni chiamate a decidere, tanto da rimettersi ad organi giudicanti terzi, la vicenda di Sarno non presta il fianco ad alcuna interpretazione. Ecco perché adesso mi aspetto che la Severino venga rispettata, a Sarno e che la Prefettura disponga tutti gli adempimenti necessari affinché ci sia chiarezza su Pagani e su Sarno in modo definitivo”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Dite all’europarlamentare leghista
    Un conto è la Cassazione, altra cosa una sentenza di primo grado con altri due ricorsi… Questione di sapere, documentarsi, studiare

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.