Siria, a Genova imbrattato il consolato turco: “Rojava resiste”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Blitz contro il consolato turco la notte scorsa a Genova, in risposta all’attacco della Turchia contro i territori curdi nel Nord della Siria. Il portone della sede del consolato, nella centralissima piazza De Ferrari, è stato imbrattato con della vernice rosso sangue e sul marciapiede davanti alla sede diplomatica è comparsa la scritta “Rojava resiste”. Sul caso indaga la Digos, che è intervenuta sul posto insieme alla polizia locale.

Domani sera alle 18, proprio nei pressi del consolato turco, è stata indetta una manifestazione contro l’invasione turca e a sostegno del popolo curdo, a cui hanno già aderito diversi centri sociali e numerosi partiti e associazioni della sinistra.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.