Omicidio Pennasilico: scarcerato il giovane accusato del delitto

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Ci sarebbe un vizio di forma alla base del ritorno in liberta di Bruno De Meo il pastore accusato di concorso nell’omicidio di Domenico Pennasilico e di tentato omicidio nei confronti del figlio Generoso Raffaele Pennasilico.

Ad annullare l’ordinanza sono stati, ieri pomeriggio, i giudici (Sgroia, Cioffi, Zarone) del Riesame di Salerno. Il 23enne pastore di Giffoni Valle Piana era stato arrestato dai carabinieri una ventina di giorni fa: secondo le accuse, il Di Meo (in concorso con altri ancora ignoti) sarebbe il responsabile di un vero e proprio agguato.

L’episodio delittuoso sarebbe scaturito in un contesto di dissidi tra pastori. Lo scrive Il Mattino.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.