Gas Radon: a rischio l’agibilità di numerosi locali in Campania e a Salerno

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Ultimi giorni disponibili per gli esercenti della Campania che dovranno avviare entro e non oltre il 16 Ottobre le misurazioni, all’interno del proprio locale, della concentrazione di Gas Radon, un gas naturale che ad elevate concentrazioni diventa altamente cancerogeno, ritenuto la seconda causa di cancro ai polmoni (dopo il fumo). La norma è entrata in vigore dopo la pubblicazione sul BURC della Legge Regionale numero 13-2019, “Norme in materia di riduzione dalle esposizioni alla radioattività naturale derivante dal gas radon in ambiente confinato chiuso”, il 16 Luglio 2019.

Cosa devono fare gli esercenti nei confronti del Gas Radon?
Gli esercenti devono provvedere entro e non oltre 90 giorni (quindi entero il 16 Ottobre) ad avviare le misurazioni da svolgere su base annuale. Entro un mese dalla conclusione gli stessi sono obbligati a trasmettere gli esiti del rilevamento al Comune interessato e ad ARPA Campania della ASL di riferimento. In caso di mancata trasmissione delle misurazioni entro diciotto mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, il Comune provvede a intimare con ordinanza la trasmissione delle misurazioni svolte, concedendo un termine non superiore a trenta giorni, la cui eventuale e infruttuosa scadenza comporta la sospensione per dettato di legge della certificazione di agibilità.

Il Radon è un gas naturale (gas nobile radioattivo, che si forma dal decadimento alfa del Radio che a sua volta si forma dal decadimento alfa dell’Uranio) con numero atomico 86, e con numero di massa atomica relativa 222. È incolore, inodore, insapore, praticamente invisibile in condizioni normali. Nonostante sia impossibile vederlo è però causa di radiazioni, anzi è ritenuto la sorgente più importante di radiazioni all’interno degli edifici. Essendo un gas naturale è generato in modo naturale da alcune rocce della crosta terrestre, tra cui tufo, graniti e pozzolane”.

Ad alte concentrazioni il radon è decisamente pericolose. Non a caso l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul cancro, classifica il Radon come elemento cancerogeno. E alcuni studi dimostrano che le inalazioni di Gas Radon rappresentano la seconda causa di cancro ai polmoni. Per questo la Regione Campania, così come altre regioni d’Italia, ha predisposto l’obbligo della misurazione. Il Radon è tanto invisibile quanto letale, e bisogna agire per tempo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. se il locale, pur essendo a piano terra, non confina direttamente con il terreno in quanto sotto c’è un piano interrato(garages) ed anche ai lati ci sono spazi interrati vuoti è soggetto alla normativa della l. 13/2019?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.