Sentenze pilotate in cambio di denaro, arrestati giudici e imprenditori

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
16
Stampa
Nuovi arresti nell’ambito delle indagini sulla Commissione Tributaria di Salerno. Applicata misura cautelare della custodia in carcere per ulteriori 7 indagati tra giudici, funzionari, commercialisti ed imprenditori.

Nello sviluppo delle indagini, che lo scorso 15 maggio avevano già portato all’arresto di 14 persone, la Guardia di Finanza di Salerno, su ordine di questa Procura della Repubblica, ha dato oggi esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale in sede nei confronti di 7 indagati per corruzione in atti giudiziari.

In azione la guardia di finanza di Salerno su ordine della procura salernitana. Gli approfondimenti investigativi avrebbero permesso di acquisire gravi indizi di colpevolezza nei confronti di pubblici ufficiali e imprenditori.

Fondamentali anche le informazioni ricevute dai precedenti indagati finiti in manette che, durante gli interrogatori, avrebbero ammesso le proprie responsabilità in relazione ad alcuni episodi di corruzione fornendo notizie anche su altri indagati e su analoghi episodi. I riscontri avrebbero così permesso di risalire ad altre 10 sentenze di secondo grado, della commissione tributaria regionale sezione distaccata di Salerno che sarebbero state pilotate a favore di privati in cambio di denaro.

Grazie alla nuove indagini salirebbero dunque a 20 il numero di provvedimenti di secondo grado “fasulli” a partire dal 2016 al maggio di quest’anno. Sempre lo stesso il risultato: far vincere il ricorso al contribuente in cambio di soldi. Tra i capi di accusa provvisori per i quali il Gip ha ravvisato la presenza dei gravi indizi di colpevolezza vi sono la cancellazione di un debito con l’Erario di oltre 35 milioni di euro ottenuto da una società di Sarno; per un’altra società di Angri, l’indebito vantaggio ottenuto supererebbe i 5 milioni di euro; per una terza società di Avellino, invece, la somma contestata dal Fisco e annullata dai giudici raggiungerebbe quasi il milione di euro. Tra gli indagati un professionista di Avellino che, dopo aver ricoperto per anni l’incarico di giudice tributario a Salerno, da settembre del 2018, fa parte del Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria, il massimo organismo di autogoverno dei giudici tributari a livello nazionale.

Gli viene contestato il concorso in cinque episodi di corruzione in atti giudiziari, reati commessi non nella qualità di giudice tributario, né di quella di Consigliere, ma quale intermediario corruttore che agiva avvalendosi della conoscenza diretta del personale amministrativo e dei giudici tributari di Salerno. Tra gli arrestati vi sono anche un giudice tributario non togato, un segretario della Commissione Tributaria Provinciale, un produttore televisivo dell’Avellinese, altri quattro tra imprenditori e commercialisti della provincia.

VIDEO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

16 COMMENTI

  1. Annullare tutte le sentenze espletate da questi giudici, specie se a favore di qualche politico salernitano…

  2. il pesce puzza dalla testa e in italia dove c’e’ gente che conta c’e’ gente corrotta,ora vediamo se il carcere fino ad 8 anni per i grandi corrotti e’ valido ma credo che siano le solite pagliacciate di di maio.

  3. vogliamo i nomi…..e la revisione d’ufficio dei processi, perchè anche in ambito civile e penale risultano emesse sentenze da brivido

  4. Purtroppo viviamo nel degrado più assoluto. Degrado della morale, dei valori, delle istituzioni, della politica. C’è bisogno di pene dure, severe e certe. Altro che chiacchiere, buonismo e politica politicante.

  5. SONO UN COMMERCIALISTA CHE DEVO DIRE AI MIEI CLIENTI CHE RICEVONO ACCERTAMENTI DALL’AGENZIA DELLE ENTRATE????? GENTE CHE PER PAGARE I PROPRI DIPENDENTI E FAR MANGIARE FAMIGLIE, NON PAGANO TUTTE LE TASSE? E’ UNO SCHIFO NON HO PAROLE

  6. La cosa straordinaria è che se si tratta di un miserabile si pubblicano nomi e cognomi. Invece per questi sarà difficile riconoscerli.

  7. X annullare le sentenze..

    Talmente sei ignorante che non sai che i soldi sono stati dati da imprenditori di Avellino e dell’Agro. Vicini a quali politici… Scommetti che non ci hai azzeccato?

  8. X COMMMERCIALISTA

    Ci sta pure gente che per andare in ferie non paga i dipendenti. E ce ne sono. Anche parecchi di itaglioti così

  9. Vuoi vedere che esce qualche bel politico Irpino…poi fanno i video delle povere vittime offese, tirano le pietre e nascondano la mano_NON CENSURARE

  10. La corruzione in Italia arriva fino al midollo dello stato, qui gli onesti non hanno nessuna speranza e saranno sempre perdenti e ultimi, sempre si vedranno sorpassare da gente che non ha nessun scrupolo a fregare gli altri per riempirsi il portafoglio. Basta vedere come le “forze progressiste” al governo balbettano e fanno passi indietro ogni giorni nelle proposte per la lotta alla evasione fiscale, che va a braccetto con la corruzione, timorosi di perdere il consenso di un esercito di elettori evasori. Come sempre saranno chiacchiere che non genereranno mai armi efficaci per una lotta vera a questa piaga che affossa l’economia e il benessere degli onesti.

  11. Lo sapete che l’Agenzia delle Entrate dà i premi di produzione ai suoi dipendenti e funzionari sugli accertamenti effettuati sui contribuenti…per cui più accertamenti fanno più guadagnano… siamo diventati carne da spolpare!!
    Ma Dio è Grande….tutti a Brescia o al Monaldi di Napoli .

  12. Ecco perchè devono eliminare il contante da circolazione, Di Maio fatti da parte che non servi a niente tu e i tanti commercianti evasori che vuoi difendere dal barbiere all’idraulico analfabeta , avanti Conte!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.