Pezzotto Sky: in arrivo le multe agli utenti, sono salatissime

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Si sta per abbattere ‘la scure’ della Corte di Cassazione sui fruitori del ‘pezzotto’ per vedere film, eventi sportivi e altro senza pagare. La Guardia di Finanza è riuscita a rintracciare i flussi, anche per gli utenti che hanno cancellato la cronologia.
Il consumo digitale di prodotti illegali lascia infatti un’impronta che dà la possibilità di ricostruire al contrario il flusso del file consumato, dunque restano tracce con le quali si risalirà agli ex clienti del famoso pezzotto.
La legge è chiara e stabilisce che chi si rende colpevole della visione dei canali in modo illegale rischia da 2.582,29 a 25.822,26 euro di multa e da sei mesi a tre anni di reclusione.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. facciamo due conti: ogni persona che ha visto un film online,scaricato una canzone, visto attraverso il pezzotto per circa 20 anni dall’epoca di napster ad oggi e visto le partite, film o serie da quando si possono vedere su internet significherebbe comminare pene a circa il 70 per cento della popolazione e forse pure a quello che ha scritto questa sciocchezza di articolo col mero intento di terrorizzare. Carissimo scribacchino, se usi un vpn, ti colleghi a un server estero e poi spegni il modem azzerando le identità fammi sapere dopo quanti anni ti vengono a prendere.

  2. Non scherzate,è tutto vero..non basta spegnere il modem, dovete andare nelle cabine dei ripetitori telefonici e tranciare tutti i cavi altrimenti vi possono rintracciare. Se poi li invertite farete un fantastico scherzo agli amici.

  3. Ma.quando mai?.si.continua a vederlo tranquillamente senza nessuna sanzione! E come ti beccano? Che bufala!

  4. Qua lo scribacchino se tu, o meglio, sei ignorante in materia. Con la VPN sei relativamente tranquillo, ma in teoria anche facendo richiesta a chi la fornisce la magistratura può risalire a te, spegnendo il modem di casa direi proprio di no. L’ip cambia, ma quello usato in precedenza lascia comunque una traccia, se i provider dovessero decidere di collaborare e indicare a chi fosse appartenuto quell’ip stai certo che risalgono a te, non in anni, ma in poche ore. Nemmeno tranciare i cavi come suggerito dal burlone qua sopra funziona, dovreste avere accesso fisico alla macchina dove è loggato il vostro passaggio. E purtroppo sono sotto sequestro…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.