Spende i soldi per curare il figlio malato in droga e prostitute, il bimbo muore

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
João Miguel Alves, 2 anni, soffriva di atrofia muscolare spinale ma ha perso la sua battaglia contro la malattia il 17 ottobre. Per le cure del piccolo erano stato donato il corrispettivo di 150 mila euro, ma stando alle accuse il padre avrebbe speso tutti i soldi raccolti per “festeggiare in un hotel con prostitute”.

La storia arriva dal Brasile. Mateus Henrique Leroy Alves, 37 anni, è stato trovato in un albergo di lusso dove era rimasto per due mesi dopo che sua moglie Karine Rodrigues lo aveva denunciato alla polizia. Si dice che abbia speso soldi in abiti firmati, orologi, droghe e alcol.

La coppia aveva iniziato una campagna di raccolta fondi per João: ogni dose del farmaco somministrato al loro bambino costava oltre 80.000 €. Il governo del Brasile aveva accettato di pagare i primi tre trattamenti per João che ha ottenuto la sua prima dose del medicinale ad agosto. Nel giro di un anno hanno raccolto 230 mila euro e la loro città natale, Conselheiro Lafaiete, nel sud-est del Brasile, ha organizzato una maratona di beneficenza.

Ma a maggio di quest’anno Mateus avrebbe pianificato di abbandonare sua moglie e suo figlio, dicendo a Karine che aveva bisogno di sostenere un corso come guardia di sicurezza. Il denaro raccolto per João era tenuto dalla coppia in quattro conti bancari ai quali Mateus aveva accesso. La donna ha cominciato a manifestare sospetti dopo aver appurato di grossi prelievi e trasferimenti bancari, ma Mateus si è giustificato di fronte alla polizia, che lo ha arrestato direttamente nell’hotel dove era ospite, sostenendo di essere stato vittima di estorsioni. L’indagine continua.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.