Salerno: addio a Rosario Siniscalco storico custode del liceo Severi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Non ce l’ha fatta Rosario Siniscalco, 62 anni, custode da oltre trentanni presso l’istituto scientifico “Francesco Severi” di Salerno. Siniscalco era stato trasportato con urgenza al Ruggi d’Aragona nella giornata di mercoledì dopo un arresto cardiaco unito a una grave emorragia cerebrale mentre si trovava a casa di parenti, in occasione di un pranzo di famiglia. Lo scrive Le Cronache oggi in edicola

Siniscalco, infatti, aveva preso un giorno di permesso da scuola per accogliere alcuni familiari provenienti dal sud America. Arrivato al Ruggi, Siniscalco è stato sottoposto a un delicato intervento d’urgenza con l’obiettivo di liberare l’apparato cerebrale dalle copiose quantità di sangue e stabilizzarne la temperatura interna. Purtroppo i medici non sono riusciti nell’intento, potendo dichiararne solo la morte celebrale.

Nel pomeriggio di ieri, intorno alle ore 17, il decesso presso il nosocomio cittadino. Shock tra gli studenti del liceo salernitano, da generazioni affezionate a quell’ “uomo bandiera” (questo il soprannome di Siniscalco all’interno della comunità scolastica), punto di riferimento per generazioni di studenti.

Un maestro, un controllore ma anche un buon dispensatore di consigli durante l’intervallo o il cambio dell’ora tra una lezione e l’altra e un compagno di sport, in qualità di ottimo tifoso granata.

Questa mattina gli studenti del liceo indosseranno magliette nere e ricorderanno il loro custode con una manifestazione commemorativa nel cortile della scuola. «Il Severi perde un punto di riferimento storico» ha dichiarato il dirigente scolastico, Barbara Figliolia. «Siamo vicini alla famiglia e ai nostri studenti per la grave perdita».

«Addio caro Rosario, con te ho condiviso gli anni del liceo e l’amore per questa scuola». Così scrive sui social network Antonio Palo, direttore del Museo dello Sbarco e Salerno Capitale, amico di gioventù di Siniscalco. «Abbiamo visto insieme avvicendarsi dirigenti, docenti e studenti, nonchè trascorso momenti di convivialità irripetibili e unici».

E poi: «Con te va via una parte importante del Severi. Addio, amico mio!». Nelle prossime ore saranno note l’orario e il luogo del rito funebre. Nel frattempo, la comunità scolastica si stringe alla famiglia per la grave ed improvvisa perdita subita.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.