Elezioni regionali, in Umbria trionfa il Centrodestra. Crolla il M5S

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
14
Stampa
Dopo 50 anni l’Umbria non è più una regione rossa. Il centrodestra ha stravinto le elezioni e per la prima volta dal 1970 la regione non sarà amminsitrata dalla sinistra. Anzi: come già era successo alle europee, gli umbri si sono riscoperti leghisti.

Il partito di Matteo Salvini è di gran lunga la prima forza in regione con più di 37 punti percentuali. Anche la nuova governatrice è leghista: si chiama Donatella Tesei, è senatrice del Carroccio e presidente della commissione Difesa di Palazzo Madama.

Ha preso il 57%, un paio di punti in meno rispetto alla sua coalizione, ma venti in più rispetto a Vincenzo Bianconi, candidato del Pd e del M5s al 37%.

Con la Lega prima partito, fa registrare un vero e proprio exploit anche Fratelli d’Italia, che sfiora i dieci punti: con Forza Italia al 5,3% e le altre liste civiche, la coalizione raggiunge il 59%. Più di ventitré punti di vantaggio rispetto ai voti presi dalla cosiddetta alleanza civica composta da Pd e M5s.

“Gli umbri hanno dimostrato che gli italiani hanno voglia di votare”: lo ha sottolineato Matteo Salvini a Perugia commentando i dati delle regionali in Umbria che hanno visto l’affermazione del Centrodestra. Per il segretario della Lega la vittoria che si delinea “è evidente e clamorosa”.

“Festeggio anche una grande affluenza – ha sottolineato ancora Salvini – perché di solito commentiamo sempre un calo”. Il candidato del centro sinistra Vincenzo Bianconi ha telefonato alla senatrice Donatella Tesei “per congratularsi” per la vittoria alle elezioni regionali in Umbria.

“La sconfitta alla Regione Umbria dell’alleanza intorno a Vincenzo Bianconi è netta e conferma una tendenza negativa del centrosinistra consolidata in questi anni in molti grandi Comuni umbri che non si è riusciti a ribaltare. Il risultato intorno a Bianconi conferma, malgrado scissioni e disimpegni, il consenso delle forze che hanno dato vita all’alleanza”. Lo dichiara in una nota il segretario Pd Nicola Zingaretti.

“Dalla formazione del primo esecutivo ci è stato subito chiaro che stare al Governo con un’altra forza politica – che sia la Lega o che sia il Pd – sacrifica il consenso del Movimento 5 Stelle. Ma noi non siamo nati per inseguire il consenso, bensì per portare a casa i risultati, come il carcere per gli evasori di questa settimana e il taglio dei parlamentari della settimana precedente”. Lo scrive in un post su facebook il M5S.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

14 COMMENTI

  1. Che grande cosa sarebbe se il governatore si alleasse con salvini per le regionali…. Mandando a casa tutta questa sinistra che ci ha portato alla deriva…

  2. ormai il movimento è sparito, fortunatamente di maio ritornerà a vendere coca – cola allo stadio, è stato un fallimento ed un male per l’italia, fico dovrebbe prendere in mano ciò che resta del movimento, cacciare gli estremisti come di battista, paragone ed altri; potrebbe anche provare a fare un accordo con renzi che è l’unico in grado di far politica.
    l’ignoranza di di maio, l’arroganza ed inesperienza dei suoi colleghi, la presunzione di saper fare tutto ha fatto precipitare il movimento al 7% e calerà ancora, anzi l’intesa elettorale col pd fa evitato che scomparissero subito. l’era del vaffa, la piattaforma, e tante altre baggianate son finite, o fate i seri o andate a casa.

  3. Finalmente gli umbri hanno capito. Non si poteva avallare un simile imbroglio fatto a livello nazionale. Quanto si 5s ma cosa credevano chi pazzo si va ad alleare con il partito che ha distrutto la sanità umbra e non solo quella e per di più giunta Marini mandata a casa proprio da loro. Incoerenza totale e la batosta è servita. Un enorme piacere

  4. Il Popolo crede solo in Matteo Salvini Onnipotente.Anche il Sud Italia Voterà Salvini.

  5. e scrivetelo bene nel titolo che la sconfitta è del candidato M5S e PD, stranamente avete eliminato il PD!!! Mi raccomando censurate pure questo

  6. Quanti travasi di bile…ANDATE A CASA M5S E PD!!Sarete travolti dal voto popolare in tutta ITALIA!

  7. il Movimento 5 stelle se non vuole sparire e farsi travolgere da Salvini deve cacciare assolutamente Di Maio e il suo gruppetto Napoletano!! l’Italia non è il Regnetto di Napoli, devono fare l’interesse del paese!! Di Maio sta facendo quello che Bossi faceva con la Padania, pensano solo al proprio orticello

  8. Se questi buffoni vinceranno anche in Campania prima che mi rovinino:

    a) Chiudo l’azienda.
    b) La riapro, probabilmente nella Repubblica Ceca.
    c) Le teste pensanti cerco di portarmele dietro incentivandole.
    d) I lavoratori generici sono rimpiazzabili.

    So long and thanks for all the fish!!

  9. Ma il PD è quell’accrocchio, senza dignità e coerenza, che governa anche Salerno e la Regione Campania dove regna il degrado totale?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.