“Ravello provincia di Napoli”: la gaffe di Guida Michelin

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
Ravello provincia di Napoli. È il marchiano abbaglio preso stamani dai responsabili della comunicazione della Guida Michelin in sede di presentazione della 65esima edizione.

Al Teatro Municipale di Piacenza, all’atto della presentazione della nuova stella assegnata a Lorenzo Montoro, executive chef del ristorante Flauto di Pan di Villa Cimbrone, Ravello è stata considerata provincia di Napoli.

L’inesattezza è stata messa in secondo piano dalla conquista dell’ambito riconoscimento per la struttura della Costiera Amalfitana – che resta in provincia di Salerno -, da parte del valoroso chef di Sarno (comune del salernitano).

L’episodio non è sfuggito, però, all’attenzione dell’avvocato salernitano Andrea Criscuolo, con la passione per l’enogastronomia e il credo nel senso di appartenenza.

E dal suo profilo facebook ha così commentato: «Potrà sembrare una questione di lana caprina per qualcuno ma per tanti altri non è così
Chi mi conosce sa perfettamente la mia profonda “appartenenza” al territorio salernitano (non solo dal punto di vista calcistico) e la mia passione per la enogastronomia italiana, in modo particolare per quella delle due costiere nostrane (amalfitana e cilentana).

Ebbene, occasione più ghiotta mi cade dal cielo questa mattina, ovvero la premiazione delle “stelle Michelin” al ristorante “Il Flauto di Pan” di Lorenzo Montoro (di origini sarnesi).
Complimenti ed applausi a scena aperta al famoso locale che si trova a Ravello ( paese a cui mi legano ricordi personali indelebili), perla della costiera a nord di Salerno… appunto provincia di Salerno!
Ed invece l’impeccabile organizzazione della Guida Michelin, totem assoluto della qualità enogastronomica, cade su una buccia di banana…

Ravello non è in provincia di Napoli!!!
Capisco la globalizzazione a tutti i costi, ma se permettete, rivendico la mia/nostra appartenenza salernitana ad alta voce.
Un po’ di attenzione in più da parte di chi si fregia di portare “riconoscimenti di eccellenza” non guasterebbe…».

L’unico alibi per i responsabili della Guida Michelin è che Ravello, conosciuta in ogni dove, è considerata cittadina del mondo. Ma di sicuro non in provincia di Napoli.

Fonte Il Vescovado

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. Pompei provincia di Salerno. Mai acquistare una guida turistica per viaggiare, questa è la mia lunga esperienza. Le informazioni si raccolgono in loco.

  2. O forse è più probabile che l’organizzazione della Guida Michelin non conosca l’esistenza di un paesino chiamato Salerno

  3. Però i compaesani di anonimo na conoscono bene Salerno e le sue perle dato che ogni estate si riversano in massa a sporcarle.
    Forse farebbero bene a starsene a casa loro …

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.