Salerno: doppio senso a via Croce, scoppia il caso politico

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Non c’è accordo completo sulle mozioni per chiedere il ripristino della ztl in via Monti e del doppio senso di circolazione. Il sindaco Napoli propone il ritiro degli argomenti dal Consiglio comunale fissato per lunedì, azionando un inevitabile caso politico. Lo scrive Andrea Pellegrino su Le Cronache oggi in edicola

Ieri pomeriggio il vertice di maggioranza in vista della seduta consiliare. Nonostante le molte assenze, a quanto pare si sarebbe stabilito un ritiro dei due argomenti che da mesi ormai tengono banco in città.

Soprattutto la vicenda legata al ripristino del doppio senso di circolazione, la cui mozione, all’ordine del giorno del Consiglio comunale d’inizio settimana, vede in calce 21 firme di consiglieri comunali, sia di maggioranza che di opposizione.

In pratica se dovesse passare il principio stabilito nel vertice di maggioranza, ad eccezione di conclusioni tecniche, si aprirebbero due strade: il ritiro della mozione su proposta del sindaco o dell’assessore al ramo o una frattura politica interna alla maggioranza dalle inaspettate conseguenze.

In mattinata, Donato Pessolano ha presentato una raccolta firme di cittadini che si oppongono alla riapertura del doppio senso di circolazione di via Croce. Dall’altro lato, molti dei consiglieri comunali di maggioranza e opposizione, proseguono la loro battaglia.

La mozione presentata al sindaco qualche giorno fa e calendarizzata dall’ultima conferenza dei capigruppo, porta la firma di Nico Mazzeo, consigliere comunale di maggioranza che da sempre si batte per sperimentare il doppio senso di circolazione in via Croce e soprattutto per avviare seri interventi di messa in sicurezza del viadotto Gatto.

Tra gli altri firmatari, oltre l’opposizione (ad eccezione di Antonio Cammarota), c’è il gruppo socialista al completo, poi i consiglieri comunali Mimmo e Peppe Ventura, Horace Di Carlo, Felice Santoro, Corrado Naddeo, Antonio D’Alessio, Leonardo Gallo, Pietro Stasi, Antonio Fiore, Rosa Scannapieco, Lucia Mazzotti e Paky Memoli. All’orizzonte, dunque, un ennesimo braccio di ferro con una seduta che, considerati gli ultimi sviluppi, si prevede scoppiettante

Fonte Le Cronache

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. Come già detto in precedenza. Se Dr Luca ha detto NO non si farà e si troveranno tutti i cavilli politici e tecnici. Comanda lui e basta ! Votatelo, gente.

  2. Sono due cazzate…. Il doppio senso a via Croce, per quanto possa sembrare una buona idea, provocherebbe la perdita di una marea di posti auto. La ztl a via Madonna del Monte, invece, finisce con l’isolare anziani e malatoli che vivono lì e che hanno bisogno di essere accompagnati, di ricevere la spesa a domicilio eccetera. Cambiare fa bene, ma non in questi casi

  3. Esposito mi sa che il caso politico lo vuoi fare scoppiare tu, che ci stai marciando da giorni. Non censurare grazie

  4. La foto che postate è fatta apposta per non fare capire che il problema sarebbe all’inizio della salita subito dopo palazzo Barone, lì la strada è stretta e si restringere be troppo causando caos. Poi per tutti isapientoni ma gli abitanti le loro auto dove le andrebbero a parcheggiare visto che non ci sarebbe più spazio fisiologico. Come ho detto nelle precedenti puntate le andremmo a parcheggiare a casa di Anonimo 1.il quale arrivando da lontano da sue testuali parole, non conosce i problemi dei residenti i quali non è chevorrebbero il posto sotto casa ma un posto auto ad una distanza confacente, ma lì è mi ripetono ci sarebbe più spazio per parcheggiare e quindi chi arriva da lontano si faccia quel km e mezzo andando giù al porto e non vi lamentare più perché il problema sarebbe il nostro e non il vostro. Altrimenti statevi alle case vostre.

  5. Se ho commesso qualche errore di tasto è perché avete rotto voi I consiglieri comunali che all’improvviso si mettono a pensare alla viabilità di Benedetto Croce con tutti problemi che ci sono a Salerno ed anche Esposito che non passa giorno e non scrive qualcosa in materia. Non censurare se hai coraggio.

  6. Un rinvio strategico, ammantato da ragioni politiche e con sbocchi imprevedibili ma non risolutivi del problema, rischia di mandare a monte ogni decisione, impedendo di conoscere in dettaglio le ragioni a supporto dell’una o dell’altra soluzione: doppio senso SI, doppio senso NO.
    Eppure si continua a stazionare in una fase di stallo. Il viadotto Gatto continua ad essere percorso pericolosamenr da autovetture in … schiacciante compagnia con tir e grossi autoveicoli. Con essi dividono due carreggiate prive di corsia di emergenza, senza illuminazione per le ore notturne e desolatamente, per quanto mi consta, contrassegnte da una sbiadita segnaletica orizzontale.
    Il doppio senso su via B.Croce, a parere di molti, sarebbe risolutore ai fini del miglioramento del traffico veicolare in tutta quella zona.
    Non mi sento poi di affidare un credito di oggettiva validità, pur rispettandone l’opinione, alla raccolta di firme di cittadini che si oppongono al doppio senso di circolazione su via Croce.
    Sarebbe logico che si conoscesse se gli stessi possano essere qualificati come portatori di interessi generalizzati o se invece non siano portatori di istanze che attengono a propri interessi, di natura personale, e quindi attivi affinché non si realizzino modifiche allo status quo.

  7. Leggo solo ora il primo commento di Constatatore.
    Continua a suggerire la possibilità di parcheggiare tutte le auto a casa mia. Grazie intanto per avermi accreditato la proprietà di tanto spazio, che ovviamente non ho la fortuna di possedere. Ma ho un’altra considerazione da fare. Visto che continua a ripetere che vengo da lontano (ma da cosa lo deduce?) due sono le opzioni: o scendo in albergo ma lì mi consentono il parcheggio per una sola auto, oppure ho casa. Se però questa è all’altro capo della città, non sarebbe di vostra comodità un’area di parcheggio, qualora disponibile. Per una dislocazione più vicina varrebbero poi le considerazioni sopra menzionate.
    Fatta tale precisazione, ritengo, anche se non mi si attribuisce una capillare conoscenza dei problemi dei residenti, che non si può abdicare alla realizzazione di opere interessanti la comunità solo perchè ogni volta si incontra l’opposizione di piccoli gruppi che si sentono privati delle loro prerogative. Succede per i tanti chilometri della TAV, succede per il chilometro di via B. Croce.
    È sempre la stessa storia!! Diceva un mio compagno di scuola a fronte di vicende monotonamente ripetitive.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.