Caso Multiproprietà, Avvocati salernitani chiedono i danni alla Figc

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Un gruppo di avvocati – tifosi della Salernitana,  Giovanni, Massimo e Benedetta Falci  nonchè Vittorio, Luciano e Antonia Provenza hanno scritto alla Federazione Italia Gioco Calcio. In una lettera provocatoria pubblicata su Le Cronache i professionisti salernitani chiedono  il risarcimento danni alla Figc per conto dei tifosi della Salernitana per essere stati messi in condizione di avere “sofferto” e  ” sperato” invano la promozione della loro squadra del cuore per l’ ingiusta norma Noif.

Secondo gli avvocati – tifosi la Federazione non si è “preoccupata  ” di non falsare di fatto il campionato di B. “Riteniamo – dicono – che, affrontando la problematica anche in tal modo,  tra il serio ed  il faceto, si possa stimolare una ulteriore riflessione  sulla vicenda multiproprietà che possa giungere a soddisfacenti conclusioni per la nostra Amata.

LA SALERNITANA PUO’ GIURIDICAMENTE ANDARE IN SERIE A CON LOTITO

E’ diventato un tormentone ormai da anni il fatto che, per l’esistenza di una norma federale che vieta la possibilità di essere proprietario, o comunque avere partecipazioni in più società di calcio, la Salernitana che fa capo a Lotito non potrebbe andare in serie A perché il patron è anche il presidente della Lazio.

La ratio della disposizione risiede in possibili alterazioni della regolarità del campionato a cui dovessero partecipare due squadre con lo stesso “proprietario”.

Ragionandoci un poco sopra a questo problema, con l’ausilio solo dei principi generali del diritto, mi sono convinto che in caso di promozione, la Salernitana deve essere ammessa a svolgere il campionato in massima serie.

Questa la riflessione: la Federazione ha consentito l’ammissione della Salernitana ad iscriversi al campionato di serie B.

La Federazione, allora, ben conoscendo la composizione sociale della società, non avrebbe dovuto consentire, attraverso l’iscrizione, lo svolgimento di un campionato irregolare.

E’ irregolare, cioè, consentire di partecipare ad una squadra che non può essere promossa. E’ irregolare consentire alle altre squadre di non doversi confrontare con tutte le altre partecipanti ma con una di meno.

Per vincere in serie C o in serie A ogni squadra deve confrontarsi nel primo caso con 17 squadre (18 partecipanti) e nel secondo con 19 (20 partecipanti); invece per vincere in serie B dovrà confrontarsi con 18 (20 partecipanti) perché la Salernitana è fuori gioco.

Si dirà, ma se venisse promossa Lotito venderebbe le proprie quote e tutto si regolarizzerebbe. Non è così semplice.

Se Lotito non trova l’acquirente che succede?

Mi sembra, ed è anche logico, che la norma federale non consenta la donazione o altra forma di trasferimento entro certi gradi di parentela, e dunque l’eventualità non è lasciata alla volontà di un’unica persona ma, necessariamente deve riguardare un possibile acquirente.

La conclusione allora non può che essere quella di un “legittimo affidamento” della Salernitana e dei suoi tifosi nella condotta tenuta dalla Federazione.

Ci hai consentito di partecipare e allora devi consentirci di poter vincere il torneo e, dopo, in caso di impossibilità della vendita, devi consentirci di partecipare al torneo di serie A.

Se così non è si apre uno scenario di possibili richieste di risarcimento dei danni da parte dei tifosi nei confronti della Federazione.

Ogni tifoso cioè, sarebbe legittimato a chiedere il risarcimento per avere “sofferto” invano, per avere “sperato” inutilmente nella vittoria della propria squadra.

Ovviamente in base al ragionamento svolto in precedenza la controparte non può che essere la Federazione che ha consentito, con l’iscrizione, l’inutile passione dei tifosi non vincenti prima ancora dell’inizio del campionato.

I sottoscrittori del presente articolo sono già pronti a mettere in mora la Federazione e richiedere il risarcimento e sono a disposizione per la tutela dei tifosi delusi.

Avv.i Giovanni, Massimo e Benedetta Falci e Vittorio, Luciano e Antonia Provenza

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. È scritto nell’art.16: nessuna delle due squadre di Lotito partecipa al campionato.

  2. Certo che siete stupidi… Ma non capite che dopo non è che Lotito deve vendere ma svendere…. Perché in quel caso il prezzo lo farebbe l’acquirente…. Quindi il **** non ha nessun interesse ad andare in serie A… A lui conviene più così perché crea plusvalenze e fa crescere i suoi giovani tipo il polacco e Maistro

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.