Rubò preziosi ad anziana di Maiori spacciandosi per il nipote, arrestato

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Nelle prime ore della giornata di ieri i Carabinieri della Compagnia di Amalfi, diretti dal capitano Umberto D’Angelantonio, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Salerno, nei confronti di un uomo per il reato di truffa aggravata.

L’azione consequenzialmente a una minuziosa attività investigativa svolta dalla Stazione Carabinieri di Maiori, coordinata dal luogotenente Giuseppe Loria, a seguito della denuncia sporta da un’anziana nel maggio scorso, derubata di alcuni monili d’oro dall’alto valore affettivo.

L’arrestato, un uomo di mezza età residente in provincia di Napoli, si era avvicinato, per strada, alla sua vittima fingendosi un lontano nipote e, dopo averla adescata e convinta del loro rapporto di parentela, le ha proposto, con modi garbati, di accompagnarla a casa. Entrato, ha detto di essere un esperto in pulizia dell’oro, invitando l’anziana a consegnargli alcuni preziosi (nello specifico una collana e un bracciale, entrambi in oro), sottraendoli con destrezza.

Grazie alle immagini restituite dalle telecamere di videosorveglianza pubbliche e private installate nel centro di Maiori, i Carabinieri sono riusciti a individuare la targa dell’auto dell’uomo, risultata noleggiata. I Militari sono quindi riusciti a risalire all’intestatario del contratto di noleggio, su cui pendevano precedenti specifici e altri reati di truffa.

Nel corso della mattinata, quando i Carabinieri si sono recati presso il suo domicilio per notificargli l’ordinanza, l’uomo indossava lo stesso abbigliamento del giorno del raggiro a Maiori.

Il capitano D’Angelantonio – come si legge su IlVescovado.it – invita i cittadini a fare attenzione a chi si presenta fingendosi parente, esponente delle Forza dell’ordine, avvocato, persone di chiesa, personale di aziende di luce e gas. Bisogna sempre chiedere l’esibizione di un valido documento e, nel dubbio, contattare i Carabinieri.

Fonte IlVescovado.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.