Qualità vita 2019: per Italiaoggi Salerno è 85esima

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
30
Stampa
E’ Trento la città italiana al primo posto per quanto riguarda la qualità della vita nel 2019. E’ quanto emerge nella classifica annuale di ItaliaOggi e Università La Sapienza, secondo cui la provincia autonoma è al primo posto per affari, lavoro, ambiente, istruzione, tempo libero e turismo. All’ultimo posto  Agrigento, risultata carente quasi sotto tutti gli aspetti. Nei primi 68 posti della classifica non compaiono città del Sud.

Un’ulteriore conferma, dunque: nel Nord Italia si vive meglio che al centro e al Sud. Un gap che si conferma praticamente in tutti diversi ambiti presi in esame nella classifica annuale di ItaliaOggi e Università La Sapienza di Roma, in collaborazione con Cattolica Assicurazioni, giunta alla sua ventunesima edizione.

I dati dimostrano che nel 2019 la qualità della vita in Italia è complessivamente migliorata. Oggi sono 65 su 107 le province italiane in cui la qualità di vita è buona o accettabile: un dato che risulta il migliore degli ultimi cinque anni. Nel 2015, infatti, le province in cui si vive bene erano 53 su 110, nel 2016 e 2017 erano diventate 56 su 110, nel 2018 avevano raggiunto quota 59 su 110.

Le prime dieci province appartengono, ancora una volta, al Nord-est o al Nord-ovest: dopo Trento, ci sono Pordenone, Sondrio, Verbano-Cusio-Ossola, Belluno, Aosta, Treviso, Cuneo, Udine e Bolzano, che scende dal primo al decimo posto rispetto al 2018.

Per incontrare le prime province del Sud bisogna arrivare al 69° e al 70° posto, dove compaiono le lucane Potenza e Matera. Nel Mezzogiorno e nelle Isole, il buon vivere è ancora un miraggio: in 35 province su 38 la qualità della vita è risultata scarsa o insufficiente. Il che significa, in termini di popolazione, che il 44% degli italiani vive con una qualità di vita insoddisfacente. Al contrario, nel Nordest, in 22 province su 22 la qualità della vita è buona o accettabile, in nessuna scarsa o insufficiente.

In Campania a primeggiare è Benevento che si colloca al 75esimo posto con un notevole balzo in avanti rispetto allo scorso anno quando si era attestata al 91° posto, segue Avellino che è 83esima, anche per il capoluogo irpino un miglioramento rispetto allo scorso anno in cui era risultata 105esima, piccolo miglioramento per Salerno che sale di quattro posizioni (85esima) rispetto allo scorso anno (89esima). Fanalino di coda è Napoli che si colloca al 105esimo posto, terzultimo in Italia.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

30 COMMENTI

  1. Be’ e’ triste ma qualche motivo ci sarà…. L economia poi basata su bar o bed and breakfast…. la zona industriale ci sta solo Marino che vende le camicie e qualche cinese, quindi industria-lavoro inesistente….. Merde di cane ovunque e clientelismo imperante…. Comunque meglio vivere qui che a Trento sinceramente

  2. De Luca non commenta? Non ha il coraggio? La montecarlo del sud all’89esimo posto? Forse pensava che con le luci d’artista arrivavamo tra i primi posti?

  3. Se al sud non cambiamo mentalità sarà sempre peggio. Siamo noi a favorire il clientelismo ed a votare chi ci promette qualcosa. Facciamogli capire che chi sbaglia va a casa e che il nostro voto devono meritarlo. Mandiamoli a casa finalmente, liberiamoci dal giogo, basta un po’ di coraggio e di dignità. Potrebbe andare peggio ma almeno avremmo dato un forte messaggio. Un primo segnale lo abbiamo dato non votando il figlioletto che poi è stato ripescato a Caserta. Votiamo chiunque ma cambiamo per la nostra salvezza. Basta con favoritismi a figli ed appartenenti alla casta.

  4. Ah ah ah la Montecarlo del Sud
    X alan
    Pure che si votasse solo per la città il risultato non cambierebbe, anzi è la tua cara città che fa pietà non la provincia

  5. Salerno è lontanissima dall’essere il paradiso in terra, ma bisogna considerare sempre che si tratta di una classifica su base provinciale. Chi conosce la provincia e afferma che sia il capoluogo a influire negativamente sulla collocazione in classifica è sicuramente in cattiva fede.

  6. CLASSIFICA DELLE PROVINCE, RIGUARDA L’INTERA PROVINCIA E NON LA CITTA’!!____LEGGETE BENE!!

  7. Tu sarai sicuramente uno di Cava o dell’Agro Nucerinoo….andatevene nella vostra cara provincia 081 e non rompete più__NON CENSURARE

  8. Napoli sempre sul fondo, il modello De Magistris, una vergogna per la città di Napoli, DEMA vergogna

  9. Aò, ma delle lampadine, dei pinguini, del crescent, di piazza della libertà, degli escrementi canini, della disoccupazione, del degrado, dell’abbandono di questa città, la classifica ne ha tenuto conto o no?

  10. Cari provinciali, ex salernitani, non salernitani, anti salernitani e salernitani fasulli, pensate ai fatti vostri se ne avete, cosa di cui personalmente dubito visto l’evidente pochezza delle vostre vite.

    I veri salernitani amano la città e propongono soluzioni, non la insultano.

  11. E’ la provincia a fare schifo da ogni singolo punto di vista, come è ovvio e risaputo, tolta Salerno sareste ancora più in basso, branco di morti di fame del terzo mondo che non siete altro.

  12. Il commento sintetizza tenendo conto di una parte dell’Italia cioè il sud che storicamente fatica a crescere.
    Il popolo meridionale ha spesso cambiato gli attori politici ma il risultato non cambia.
    Destra o sinistra e la vecchia Democrazia hanno fallito.
    Salerno , la mia adorata città, è degna figlia di questo fallimento così come la provincia e il sud intero.
    Però la speranza non muore!!!

  13. x chi mi ha risposto
    allora in primo luogo non sono né di Cava (che tra parentesi è di gran lunga migliore della vs. città ridotta a topi, sporcizia, molestatori ambulanti, un Corso dove hanno chiuso tutti ed è pieno di venditori di patatine fritte, dove non c’è più un negozio di abbigliamento degno di questo nome) né dell’Agro. Ma quand’è che aprite gli occhi non avete più nulla di superiore rispetto alla Provincia semmai lo siete stati. Soliti pisciaiuoli piccolo borghesi di una città nel più totale declino. Quindi a chi vi volete paragonare a Trento? Ma andate a pescare o vendere pesce che forse quella è l’unica cosa che sapete fare. ci sono posti della Provincia molto più dignitosi del vs. cesso di città

  14. Più che la classifica vivo la città reale e non i numeri su carta.
    Ho visto molte altre città sia del nord e del sud e non c’è differenza se non le abitudini di vita.
    Il mio lavoro è stabile ma il mio pensiero và ai giovanissimi che addirittura decidono di emigrare anche fuori dall’Italia.
    A Salerno e al sud manca il lavoro e ovviamente non dico poco e tutto si basa su questo come le evidenti classifiche di turno.
    Salerno e la sua provincia sono delle realtà dinamiche (Cava Battipaglia Capaccio Paestum ecc) ma spesso sono castrate dall’immobilismo amministrativo sia territoriale che nazionale.
    Salerno per un po’ ha sognato grazie a un notissimo politico ma spesso questi sogni sono rimasti tali però qualcosa è stato fatto ma non basta.
    Sono del parere che se non si intraprende un percorso interterritoriale (cioè più territori) e se non si ragiona almeno su 10 anni avremo sempre iniziative fine a se stesse che non daranno mai soluzioni definitive.
    Facile a dirlo quasi impossibile farlo ma se pubblico e privato ( gli imprenditori scappano dal sud….!!!!) non fanno alleanza (sconti fiscali…ecc)per davvero si andrà incontro sempre a sconfitte e alle “fughe” giovanili.
    Ometto di menzionare la malavita organizzata.

  15. Ma secondo voi Salerno città a che posizione sta? Sicuramente verso la fine: città sporca, cittadini incivili dove parcheggiano puntualmente su marciapiede o posti invalidi, vigili inesistenti, saracinesche abbassate ogni giorno di più, industrie zero, fonderie che inquinano ed uccidono la gente.

  16. la classifica è riferita ai capoluoghi di provincia, non a tutta la provincia (informatevi)!! siamo sempre più in alto!!!! 🙁

  17. Hai detto di dove non sei ma perché non ci dici di dove sei così capiamo da quale pulpito parli? Salerno sarà anche il gabinetto a cielo aperto che descrivi tu ma se non ti rendi conto di come siano messi l’Agro Nocerino Sarnese e la Piana del Sele in tutti gli indicatori sociali, economici e ambientali vuol dire che vivi in una realtà parallela e sei animato unicamente dal livore. Se ti senti offeso e vuoi sfogarti fai pure ma la realtà non cambia.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.