Fareambiente: “Passaporto Blu” per pesca sostenibile in Cilento

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Dopo il successo della presentazione di mercoledì scorso alla Camera dei Deputati, arriva anche a Napoli “Il Passaporto blu del Pescato Sostenibile cilentano (Flag)”. Uno strumento pensato per salvaguardare l’identità del pescato locale, a partire dal valore artigianale e quindi dall’uomo. Lo scopo è quello d’identificare, documentare, classificare i saperi e le conoscenze del patrimonio culturale della filiera ittica di “matrice mediterranea cilentana”.

Il Flag, che comprende la pesca nel tratto di costa dell’Alto Cilento, da Agropoli a Casalvelino, sarà presentato venerdì 22 ottobre alle ore 11 alla “Chiesa San Biagio Maggiore”, in Via San Biagio dei Librai, durante il convegno sul tema “Il Pescato Cilentano nella Cultura Napoletana: Il Pescatore Cilentano nel Presepe Napoletano”.

Dopo i saluti del parroco Mariano Imparato, della chiesa San Gennaro dell’Olmo e le introduzioni di Mauro Inverso, Presidente Flag Cilento Mare Blu, Luigi Maria Pepe, Presidente Fondazione Giambattista Vico, Vincenzo Pepe, presidente Fareambiente, Gennaro Scognamiglio, Presidente Unci Agroalimentare e Maria Passari, Dirigente Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Campania, interverranno Luca Cerretani, Coordinatore Gal Cilento Regeneratio e Claudio Aprea, Direttore Flag Cilento Mare Blu. Le conclusioni sono affidate all’Onorevole, Nicola Caputo, Consigliere Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Campania

A seguire, alle 12, al ristornate “SpaccaNapoli” di Via San Biagio dei Librai lo show cooking, “La Tortiera di Alici (Alici al Gratin)” a cura della chef Carmela Baglivo ed un “Percorso di Degustazione per Istituzioni, Stampa e Stakeholder”.

“Il mare cilentano offre, ancora oggi – dice Mauro Inverso, Presidente Flag Cilento Mare Blu – un pescato caratterizzato da una forte ‘identità’ che rappresenta un patrimonio di valori incommensurabili in termini di unicità, di qualità e di sostenibilità.

I pescatori del Cilento e dell’area Marina protetta, patrimonio dell’Unesco, attualmente schiacciati dalla pesca industriale, esercitano ancora la pesca artiginale, di autotutela, riprendendo il vecchio sistema della pesca. Attraverso le strategie del Flag Cilento Mare Blu, ed in particolare modo con il passaporto blu, si intende riqualificare e valorizzare la pesca Cilentana, attraverso la tracciabilitá del prodotto dal mare alle nostre tavole.

Un’importante opportunità, quindi, per avere un valore aggiunto sul mercato. Tutto ciò assicurerà ai consumatori la possibilità di acquistare un prodotto fresco, sicuro, ecocompatibile e sano, come insegna la dieta mediterranea e di assicurare un reddito ai pescatori, rivitalizzando l’economia.”

“I pescatori nel Cilento-  spiega il presidente di Fareambiente, Vincenzo Pepe- sono rimasti in pochi. Proprio sui porti cilentani, confondendosi tra loro, si può consumare una colazione salata, come ad esempio alici e vino. Oppure acquistare prodotti ittici da portare direttamente a casa, una seppia, un’orata, o forse alici e sgombri.

Siamo nella terra che incantò Ancel Keys, che proprio qui coniò la definizione di Dieta Mediterranea, espressione con cui il nutrizionista e fisiologo americano voleva rappresentare uno stile di vita basato su una biodiversità storica, sociale, antropologica e naturale eletta, non a caso, patrimonio immateriale dell’Unesco”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.