Salerno: le conclusioni del V° congresso internazionale sull’autismo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Dal 22  al 24  novembre   si è svolto a Salerno presso il “S. Joseph resort” il V° Congresso Internazionale “Autisms: The Best Pratices” promosso dalla Cooperativa Sociale “Giovamente”. Hanno inaugurato questo  quinto appuntamento con  una delle forme  più complesse  di disabilità, oggi riconosciuta ed in spaventoso aumento  in tutto il globo, l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune  di Salerno, Nino Savastano, il Presidente e il vice Presidente della Cooperativa Sociale “Giovamente”,  Luca Goffredo e Rosa Mandia, il dott. Giulio Corrivetti,  Direttore del Dipartimento di Salute Mentale della ASL Salerno.

Il  V° Congresso Internazionale sull’Autismo   si è articolato in  sedute plenarie, lectio magistralis,  sessione poster e  workshop,  per  un confronto aperto e  integrato sulla tematica dell’autismo.

Presenti docenti, esperti, medici, psicoterapeuti, assistenti sociali, sociologi, pedagogisti , affinchè le tecniche , le terapie  non restino puro esercizio  di esperimenti  diagnostici e terapeutici per stilare protocolli, ma   per un’ umanizzazione della diversità,  che diventi sempre più consapevolezza  anche  collettiva della  difficoltà di autonomia,  gestione,  vita di un bambino , di un ragazzo, di un adulto “autistico” appunto.

Le  esperienze  di  Mariateresa  Sindelar, Eduardo Seminara in Argentina, Denise Smith di Angela Laganà, di Nigel  Newbutt e  di tutti gli esperti lasciano tutti  entusiasti. Esistono anche percorsi museali creati per  far  sì  che anche l’arte, come  fruizione della bellezza,  sia accessibile  a chi vive una difficoltà soprattutto comunicativa.

Dal Canada, dall’Argentina, dall’Abruzzo, come dalla Sicilia,dalla Lombardia, dagli Stati Uniti,  e dall’Inghilterra  questo evento, accreditato a tutte le figure sanitarie all’ordine degli assistenti sociali e al MIUR,   ha ospitato più di trenta relatori, ricercatori, BCBA-D, Neuropsichiatri, per rafforzare la cooperazione scientifico-culturale tra diversi Paesi, il cui elemento trainante di questa ipotesi di sviluppo è il tema dell’Autismo in generale e nei suoi aspetti metodologici e scientifici. Anche una  scuola pilota  della città di Salerno , l’I.C. “Rita levi Montalcini”  sta sperimentando metodologie e  attività  per  bambini e ragazzi  autistici con maestre,  famiglie, esperti in un confronto utile  e necessario,  ma soprattutto umano.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.