Amalfi: il Duomo si illumina di rosso contro la violenza sulle donne

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, la vestizione di rosso del monumento simbolo della città è diventata un appuntamento fisso.

Il colore simbolo della manifestazione verrà utilizzato per il quarto anno consecutivo per illuminare la caratteristica facciata della Cattedrale di Sant’Andrea Apostolo e lanciare così il segnale di adesione di Amalfi e dell’amministrazione guidata dal sindaco Daniele Milano all’evento nato per dire no alla violenza di genere.

Per il 2019, l’iniziativa si lega anche alla creazione di un motivo per la foto profilo di Facebook, che lancia il messaggio “No! Alla violenza sulle donne”, reperibile nella sezione “aggiungi un effetto” della foto profilo selezionando le parole chiave “Amalfi 25 novembre”.

L’assessore alla cultura Enza Cobalto, che ha promosso le iniziative, dichiara: “ Abbattere il muro del silenzio è l’obiettivo chiave nel percorrere la strada per l’eliminazione della violenza contro le donne. Il duomo illuminato di rosso, è un messaggio che attraverso centinaia di foto postate sui social, legate a riflessioni sulla violenza dei genere o il femminicidio, ha sempre raggiunto un elevato numero di persone.

È un modo per fare sensibilizzazione sul tema, ma anche di dire a chi vive il problema che non è sola, che c’è una rete forte nella società civile che è sensibile ed è pronta ad aiutare, e che uscire dal silenzio è la soluzione”.

L’illuminazione in rosso adornerà del suo messaggio contro la violenza le volte della facciata, il maestoso mosaico che la sovrasta e la scalea monumentale della Cattedrale di Sant’Andrea a partire dalle 17.00.

Da quel momento e per tutta la notte il complesso sarà in rosso, per offrirsi allo sguardo dei visitatori e della cittadinanza, alla loro riflessione, ai loro scatti, per lasciare in maniera permanente il segno dell’adesione della città di Amalfi alla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne voluta dalla risoluzione del 17 dicembre 1999 dell’Assemblea Generale dell’Onu.

foto Michele Abbagnara

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Molto bello complimenti, purtroppo vedo che i più considerano violenza sulle donne soltanto le botte ma sono convinto che la colpa sia di tutti, specialmente della superficialità che regna al giorno d’oggi. Ragazze, se qualcuno si permette di farvi delle proposte indecenti a lavoro anche questa è violenza, se qualcuno si permette di offrirvi delle droghe con lo scopo di trarne profitto sessualmente anche questa è violenza! Fatevi rispettare! Non guardate che hanno la faccia simpatica e che siano gentili, anche i peggiori delinquenti sembrano brave persone! iniziate a denunciare questi atteggiamenti e mancanze di rispetto ed un giorno non ci sarà più violenza perchè ci penseranno due volte!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.