Sicurezza Stradale: se ne parla al Regina Margherita con Associazioni e Forze dell’Ordine

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Mercoledì 4 dicembre 2019 dalle ore 10,00 l’Associazione “Strade Sicure” ha organizzato un momento di riflessione su “alcool, movida e neopatentati” all’istituto Regina Margherita di Salerno.

La dirigente scolastica dott.ssa Angela Nappi ha fortemente voluto quest’incontro con gli alunni dell’istituto che hanno visto negli ultimi due anni perdere a causa di sinistri stradali mortali due loro compagni Antonio Junior De Sarlo ed Andrea Gismondi a cui la dirigente e tutto il consiglio d’Istituto degli alunni e dei genitori con una targa a loro nome intitoleranno il laboratorio di scienze.

All’incontro l’Associazione ha invitato le forze dell’ordine quotidianamente testimoni di quello che accade sulle nostre arterie, la scorsa estate la provincia di Salerno ha registrato molti sinistri mortali causati anche dall’abuso di alcool. Ed un D.J. protagonista del mondo della notte oltre ad associazioni che operano come “Strade Sicure” nella prevenzione sulla sicurezza stradale.

I dati sull’incidentalità parlano da soli: il sangue non si ferma e l’Associazione con il progetto “Sentinelle di Quartiere” sulle strade della di Salerno e dei comuni limitrofi vuole constatare, effettuando la viabilità assistita nel post incidente, con dati di fatto:

ACI-ISTAT

DATO NAZIONALE: incidenti stradali 2018: calano morti (-1,6%), incidenti (-1,5%) e feriti (-1,7%).

MORTI:

  • aumentano giovani (15-19 anni: +25,4%), anziani (70-74 anni: +22%), ciclomotoristi (+17,4%) e pedoni (+1,5%);
  • diminuiscono ciclisti (-13,8%), motociclisti (-6,8%), e automobilisti (-3%).
  • Utenti vulnerabili = 50% dei decessi.
  • Più morti sulle autostrade (+10,5%) meno in città (-4,4%) e sulle extraurbane (-1,2%)

 

DOVE?

Aumentano i morti sulle autostrade, diminuiscono in città e sulle strade extraurbane.

Nel 2018 è diminuito il numero di incidenti su strade urbane (126.701; -2,9%) e autostrade (9.372; -0,2%), mentre è aumentato sulle extraurbane (36.271; +3,4%). In città e in autostrada sono diminuiti anche i feriti (169.573 e 15.440 rispetto a 174.612 e 15.844 del 2017, pari a -2,9 e -2,5%).

Crescono (+10,5%) i morti su autostrade (i 43 morti di Genova sul Ponte Morandi sono compresi nella statistica), mentre scendono quelli all’interno dei centri abitati (-4,4%) e sulle strade extraurbane (-1,2%).

 

PERCHÉ?

Prime cause: distrazione, mancata precedenza e velocità elevata

Nel 2018 si sono verificati in Campania 9.721 incidenti stradali, che hanno causato la morte di 206 persone e il ferimento di altre 14.643. Rispetto al 2017, diminuiscono gli incidenti (-2%) e il numero di vittime della strada (-14,9%) con riduzioni percentuali superiori a quelle rilevate nell’intero Paese (rispettivamente -1,4% e -1,3%); il numero di feriti si riduce (-0,9%), poco meno della media nazionale (-1,6%).

La nostra considerazione è che le nostre arterie comunali, provinciali e statali sono in pessime condizioni, non garantiscono nessuna sicurezza, parliamo di guardrail obsoleti, di barriere inesistenti, di asfalti di pessima qualità e di una manutenzione ordinaria delle infrastrutture viarie completamente inesistente.

 

  • Del giovane ANDREA GISMONDI 20 DICEMBRE 2018 vogliamo ricordare che perse la vita su di un arteria soggetta quotidianamente a sinistri stradali “ L’incidente stradale che ha coinvolto il giovane diciassettenne si è verificato in via dei Greci, nel senso di marcia in direzione Fratte, popolosa frazione di Salerno, a poca distanza dal frequentatissimo centro commerciale ‘Le cotoniere” – FONTE https://it.blastingnews.com
  • Del giovane Antonio DE SARLO 14 OTTOBRE 2018  : Cade dalla moto: muore un 18enne di Battipaglia. Tragedia al quartiere Carmine di Salerno: a perdere la vita Antonio De Sarlo, figlio di un noto imprenditore e fratello di Pasquale, capitano della primavera della Salernitana. Assieme a lui viaggiava il 20enne F.E. di Salerno che nella caduta ha riportato una frattura guaribile in una ventina di giorni. La tragedia. Antonio De Sarlo era in compagnia di F.E. su una moto Bmw prestatagli da un amico. Poco prima delle due di domenica notte, il diciottenne, che indossava il casco, è arrivato al Carmine ed è entrato tra le traverse che congiungono via Pietro da Eboli, sul trincerone ferroviario, e via Vincenzo Pellecchia, strada che passa davanti allo stadio “Vestuti” e arriva a piazza San Francesco. FONTE – https://www.lacittadisalerno.it/cronaca/schianto-con-la-moto-a-salerno-muore-de-sarlo-jr-1.2047744

La nostra Associazione – si legge in una nota – sempre attiva sul territorio mercoledì 4 dicembre sarà al fianco delle famiglie e della scuola per ricordare il sangue di questi nostri figli sulle strade ed invitare i loro compagni a testimoniare quanto la prevenzione e l’attenzione non basti mai.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.