Emergenza nel Porto di Salerno: esercitazione Guardia Costiera

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Nel porto di Salerno, è stata svolta una complessa esercitazione antinquinamento coordinata dalla Guardia Costiera di Salerno.

Lo scenario simulato ha interessato un traghetto passeggeri della Compagnia di
navigazione Travelmar che, a causa di condizioni meteomarine avverse, ha urtato una
banchina del porto. L’evento, in un primo momento, ha causato il ferimento dei membri
dell’equipaggio, una falla sulla paratia dell’imbarcazione con contestuale sversamento in
mare di idrocarburi e, successivamente, un incendio a bordo del traghetto.

La Capitaneria di porto di Salerno assumeva il coordinamento dei soccorsi, disponendo
l’intervento della dipendente motovedetta dedicata al soccorso in mare e del gommone
veloce in uso alla Guardia Costiera, sui quali imbarcavano gli Operatori specializzati nel
salvataggio in acqua della Croce Rossa Italiana (OPSA) e i volontari del Corpo Italiano di
Soccorso dell’Ordine di Malta (CISOM) per prestare le prime cure sanitarie.

Per fronteggiare l’inquinamento e l’incendio sviluppatosi a bordo del traghetto, è stato inoltre richiesto l’impiego del mezzo antinquinamento della società Trirena e di un Rimorchiatore operante nel porto di Salerno.

Infine, l’estensione dell’inquinamento è stata monitorata grazie ad un drone della Protezione Civile di Santa Maria delle Grazie che ha fornito, altresì, una diretta streaming dell’esercitazione nella sala operativa della Capitaneria di porto, per meglio coordinare le operazioni di soccorso.

L’esercitazione si inserisce nell’ambito della programmazione annuale del Comando
Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto che vede coinvolta la Guardia Costiera e
gli Enti con essa cooperanti in situazioni di emergenza, che con l’occasione si
ringraziano.

Gli obiettivi sono quelli di verificare l’efficacia delle azioni e la preparazione
professionale del personale, l’efficienza delle comunicazioni tra la sala operativa e i
mezzi navali impiegati, nonché i tempi di risposta del complesso apparato di intervento in
mare previsto dai vari piani di emergenza redatti dalla Capitaneria di Porto di Salerno, al
fine di implementare la sinergia tra gli attori coinvolti in caso di inquinamento
dell’ambiente marino e di pericolo per la vita umana in mare.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.