La sorella di Simonetta Lamberti e le Iene incontrano il killer dell’11enne

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Simonetta Lamberti aveva 11 anni quando fu uccisa nel corso di un attentato a Cava de’ Tirreni. Era il 29 maggio 1982 quando la storia della città metelliana conobbe una delle sue pagine più tristi e tragiche.

Dopo oltre trent’anni, la vicenda continua ad essere attuale, sopratutto dopo la scarcerazione del killer, il boss Antonio Pignataro. Lo storico affilato alla Nuova camorra organizzata di Raffaele Cutolo, poi passato alla Nuova Famiglia, è stato infatti scarcerato lo scorso novembre, dopo che i giudici hanno accolto la sua richiesta di essere trasferito ai domiciliari per guarire dai due tumori al polmone destro.

Alla notizia, “Le Iene”, il noto programma di Italia Uno dedicato all’approfondimento dell’attualità italiana e internazionale, ha deciso di realizzare un servizio sulla scarcerazione del boss. Per l’occasione ha invitato anche Simonetta Lamberti (omonima sorella della vittima), offrendole l’opportunità di incontrare, ancora una volta, Pignataro. Il faccia a faccia dei due sarà mostrato nel corso della puntata de “Le Iene” che verrà trasmessa il prossimo 22 dicembre.

Nel frattempo, Simonetta ha concesso un’intervista al quotidiano “Il Mattino”, nella quale ha parlato del suo incontro con Pignataro: «Abbiamo passato una giornata intera insieme agli inviati delle Iene. Sarebbe stato difficile concentrare tutta l’intervista in pochi minuti. Quello che certamente è stato molto molto forte è l’aver avuto un faccia a faccia con Pignataro.

[Le Iene] mi hanno portata a Nocera nel pomeriggio. Abbiamo aspettato Pignataro, che alla fine è arrivato. Mentre saliva a casa, l’ho chiamato nell’androne del palazzo. Gli ho solo chiesto la verità. Volevo un confronto, volevo chiedergli se quel fantomatico pentimento fosse vero. Un camorrista sanguinario come lui ha avuto paura di me e dell’altra possibilità che, ancora una volta, ho voluto dargli. Ha avuto paura di me».

Lo scrive Il Mattino

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.