Polichetti, l’ex vicesindaco di Cava de’Tirreni deve andare in carcere

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
La Cassazione conferma la necessità della detenzione in carcere per Enrico Polichetti, ex vicensindaco di Cava. Si ipotizza lo scambio elettorale politico mafioso. Va in carcere l’ex vicesindaco di Cava de’ Tirreni, Enrico Polichetti. La Corte di Cassazione ha respinto il ricorso del suo avvocato contro l’applicazione dell’ordinanza di custodia cautelare decisa dal Tribunale del Riesame su appello del pm della Dda di Salerno, Vincenzo Senatore.

Per Polichetti l’ipotesi accusatoria è lo scambio elettorale politico-mafioso con gruppi criminali vicini a Dante Zullo. Contatti non sarebbero mancati nemmeno dopo le dimissioni di Polichetti da tutte le cariche politiche ed amministrative al Comune di Cava de’ Tirreni. Proprio questa contiguità con gli ambienti vicini a Dante Zullo avrebbe convinto i giudici del Riesame e poi quello dalla Cassazione della necessità di una detenzione in carcere.

Più in particolare, Polichetti avrebbe accettato l’aiuto di Zullo e del gruppo camorristico per procurarsi voti alle elezioni del 2015, quando era candidato al consiglio comunale di Cava. E Zullo si sarebbe prestato all’operazione perché sperava in favori e lavori. Secondo la Dia, che ha svolto le indagini per conto della Direzione Distrettuale Antimafia, Polichetti avrebbe agevolato la famiglia Zullo almeno nelle iniziative riguardanti la festa della pizza. Accuse dalle quali Polichetti potrà difendersi in sede processuale.

Fonte: LIRATV

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Dovrebbero andare in carcere anche Francesco Sorrentino e Romeo Nesi ….vedi articolo La Città del 10.06.2018 sul falso concorso per diventare dirigente Piano di Zona … a Cava ….

  2. se era vicesindaco faceva parte di una corrente politica.
    Ci dite per piacere a quale partito apparteneva?
    Grazie e buon lavoro

  3. Sarebbero da mettere in galera moooolti ma molti politici, dato che il modus operandi per accaparrarsi voti è il medesimo usato da tutti.
    A Salerno ne sappiamo qualcosa (no nomi per evitare censura)

  4. polichetti del PD?? diciamolo, fa bene alla democrazia! comunque c’è da dire una cosa, questa storia dello scambio di voti è abbastanza a doppio taglio, se non stupida: qualunque politico promette cose in cambio di voti, è la base della democrazia e delle elezioni! è forse stato dimostrato che i voti sono stati comprati? è accertato che tizio ha votato per lui? ha le foto del voto? se sì, allora siamo d’accordo, altrimenti mi pare solo una questione molto politica, e lungi da me difendere il pd, anzi..
    la frase “cercare l’aiuto di xx per procurarsi voti” è molto ambigua, per i motivi sopra esposti. Con questo principio dovrebbero essere arrestati tutti a prescindere, perchè tutti cercano voti e promettono cose.

  5. Povera Italia … la vera feccia non sono i politici … ma i dirigenti come Francesco Sorrentino che hanno fatto un concorso fittizio per fare assumere a Cava il suo vice Romeo Nesi ..e la procura dormeeeeeee

  6. Ah ecco allora siccome sembra essere del Pd il partito della famiglia che controlla questo sito non si doveva dire e chest e

  7. e vogliamo parlare dell’ufficio tecnico/edilizia di quella città e dei documenti “introvabili”, secondo una nostra personale esperienza diretta? vogliamo parlare di autorizzazioni ad opere esterne al centro per decine di metri lineari mentre vengono bloccati allargamenti di venti cm di una finestra che dà sul nulla? e poi …..meglio tacere

  8. quando la magagna è del pd sparisce in un attimo da queste pagine, mentre ogni giorno si parla si presunte, ipotetiche colpe, mai dimostrate, degli altri, salvini in primis .. poi parlano di democrazia libertà di stampa, espressione e pericolo fascista… i primi fascisti stanno a sinistra attualmente, anzi, gli unici.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.