Baronissi: nuovo menù per la mensa scolastica. Meno carboidrati, frutta e verdura di stagione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Piatti più appetibili per i bambini, semplici, cucinati in modo sano. Cambia il menù delle mense nelle scuole di Baronissi: riduzione dei carboidrati, maggior apporto di fibre, eliminazione di cibi come hamburger, polpettine, nuggets di pesce, a favore di carne in spezzatino e filetti di merluzzo.
E ancora. Riduzione di salumi, sostituzione del dolce industriale con uno semplice, non fritto, preparato fresco e la novità di un pasto etnico, dall’alto valore nutrizionale e simbolico: il cous cous, come invito, attraverso il cibo, all’apertura verso altre culture, all’eguaglianza ed all’integrazione tra i popoli.
“E’ un risultato molto importante per i nostri bambini – sottolinea il sindaco Gianfranco Valiante – frutto di una costante e proficua collaborazione tra i genitori della commissione Mensa, gli uffici comunali e la ditta appaltatrice Althea. E’ di qualche giorno fa la notizia delle gravi violazioni di decine di mense scolastiche italiane, fermate dai Nas per carenze igienico-sanitarie e per l’utilizzo di prodotti scadenti.
Baronissi va in controtendenza e migliora l’offerta del servizio, aggiornando il vecchio menù secondo le nuove indicazioni dell’OMS, delle linee guida per la Refezione Scolastica e del Codice Europeo anticancro, senza oneri né da parte del Comune né delle famiglie”. Il nuovo menù è stato redatto in collaborazione con la Commissione mensa – presieduta da Valentina Brunetto – con la prestazione gratuita e volontaria di Emilia Rubano, madre e dottoressa in Scienze della Nutrizione Umana.
Prevista la riduzione di carboidrati dovuti ad impanature e patate; un maggior apporto di fibre, grazie all’introduzione di pasta integrale e più verdure fresche; eliminati i cibi processati come hamburger, polpettine, nuggets di pesce, a favore di carne in spezzatino e filetti di merluzzo; ridotti i salumi, ricchi di conservanti mentre i dolci industriali sono stati sostituiti con crostate, plum cake e ciambelle fatte in casa. Tutti i giorni, frutta fresca di stagione e verdure.
“Il prossimo passo sarà il Centro cottura – annuncia la consigliera delegata alla scuola Luisa Genovese – un impegno che non finisce nella sola preparazione dei pasti, ma continua nella formazione didattica dei bambini che vengono coinvolti in progetti e laboratori dedicati ai corretti stili di vita”.
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.