Europa a rischio gelo, anomalie nella Corrente nord-atlantica

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Potrebbe subire delle interruzioni temporanee, rendendo più freddo il clima di Europa e Nord America, la Corrente nord-atlantica che trasporta acqua calda dal Golfo del Messico verso Nord e lungo le coste europee.

Il cambiamento potrebbe avvenire nel prossimo secolo, secondo la simulazione pubblicata sulla rivista Scientific Reports, dal gruppo dell’università di Groningen coordinato da Fred Wubs, in collaborazione con il gruppo dell’università di Utrecht guidato da Henk Dijkstra. Ala ricerca ha collaborato l’italiano Daniele Castellana, che lavora nel gruppo di Dijkstra. La simulazione indica che vi è una probabilità del 15% che si verifichi una interruzione temporanea nella corrente nei prossimi 100 anni, ma è improbabile che si fermi completamente nei prossimi mille anni.

La corrente del Nord Atlantico trasporta l’acqua calda dal Golfo del Messico verso Nord, fornendo all’Europa nord-occidentale un clima relativamente mite “è il motivo per il quale le coste di Scandinavia e Norvegia non si ghiacciano”, dice all’ANSA l’oceanografo Pierpaolo Falco dell’Università Parthenope di Napoli. Questa corrente è sensibile alla quantità di acqua dolce in superficie.

Questo perché, spiega l’esperto, “l’apporto di acqua dolce altera il bilancio di galleggiamento dell’acqua superficiale con conseguenze sulle dinamiche alla base del meccanismo che fa funzionare la corrente, che va immaginata come un enorme nastro trasportatore che porta l’acqua calda dai tropici verso Nord”.

Poiché, per effetto dei cambiamenti climatici, l’apporto di acqua dolce nell’Oceano Atlantico è aumentato a causa dello scioglimento dei ghiacci della Groenlandia e dell’aumento precipitazioni sull’oceano, la simulazione ha voluto verificare come la corrente nord atlantica potrebbe comportarsi in futuro.

Fonte ANSA

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. ah quindi apprendiamo, dagli”scienziati”, che la storia dell’innalzamentoglobale a causa della co2 vacilla! e chi lo avrebbe mai detto, ora chi lo spiega a quelli che hanno creato il proprio mercato e profitto basandosi su quello, spacciando un naturale cambiamento come una colpa del cittadino che respira!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.