Eboli, fanno esplodere il bancomat ma il colpo non riesce

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

A volto coperto e con il casco dotato di faretto, Almeno tre malviventi – come riporta il sito web di Radio Alfa – hanno agito questa notte, intorno alle 3.30, davanti al bancomat della sede Unicredit di Eboli, nel centralissimo viale Amendola.  Hanno piazzato dell’esplosivo facendo saltare in aria la cassa ma poi  sono riusciti a portarsi via il bancomat con il contante, dal momento che era ben ancorato e avevano solo pochi minuti per mettere a segno il colpo. Sul posto, infatti, dopo che è scattato l’allarme sono intervenuti immediatamente  i carabinieri e le guardie giurate sventando così il furto.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.