Colosseo granata: uniti si vince, creiamo Comitato permanente dei tifosi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
15
Stampa

Il Club Colosseo Granata ha sempre seguito con grande coinvolgimento – si legge in una nota diffusa agli organi di informazione – e sincera fede, nonostante la distanza chilometrica e le evidenti difficoltà logistiche, la Salernitana.
Suggeriamo che, in primis noi tifosi, appartenenti a tutte le “categorie” possibili (club associati al CCSC, Club non aderenti, singoli tifosi, ecc ecc)  dobbiamo mostrarci e, possibilmente, esserlo davvero, uniti e coesi nel dialogo con la Società. Non dobbiamo polemizzare, ma con coerenza e determinazione dobbiamo farci portavoce di un unico “coro”. Uniti si vince. E l’organizzazione di questo incontro va senz’altro in questa direzione.
Senza fare polemica e, quindi, con spirito evidentemente costruttivo, riteniamo vi siano alcuni punti da portare all’evidenza della Società, e sui quali, convergendo, potrebbe profilarsi un futuro, sia tecnico che organizzativo, privo di incertezze, dignitoso e migliore dal punto di vista dei risultati tecnici.
1) sul piano del rispetto della piazza, stigmatizziamo le esternazioni, spesso infelici, della proprietà. Non si può ancora tollerare una critica così “aspra” e sgradevole, dopo quasi 10 anni di gestione. Speriamo vivamente che i proprietari della ns beneamata Salernitana dimostrino con i fatti un attaccamento alla città che, con ammirazione, in questi anni, abbiamo osservato solo a sprazzi.
2) sul piano della gestione tecnica, oramai siamo all’ora “0”.. Chiediamo chiarezza e determinazione nel’approcciare al calcio mercato di gennaio, oramai iniziato. Chiediamo soprattutto coerenza. Si, coerenza con le dichiarazioni del copatron Mezzaroma ad inizio campionato, dello stesso copatron Lotito, ed in ultimo, ma non per ordine di importanza, chiediamo coerenza con il comunicato ufficiale che la stessa società granata ha pubblicato alla fine dello scorso campionato, ove, per chi lo avesse dimenticato, si è parlato apertamente di campionato ai massimi livelli, con l’obiettivo di provare ad andare in serie “A” (parola ed obiettivo in passato mai pronunciati). L’inizio del presente campionato (ingaggio di Ventura, giovani interessanti e qualche nome: Cerci su tutti, che purtroppo si è poi rilevato una delusione assoluta) lasciava ben sperare. Le cose poi non sono proseguite sulla stessa favorevole falsariga delle prime giornate. I margini però ci sono. Con qualche intervento mirato si può allestiore una squadra in grado di emergere nella seconda fase della stagione, in un campionato (al netto del Benevento) mediocre e molto livellato. La palla adesso passa alla Società. Stiamo alla finestra e giudicheremo con la necessaria oggettività, ma con grande rigore, auspicando ovviamente che si possa essere sodisfatti per un epilogo positivo.
3) riteniamo ancora che una Società ambiziosa non possa prescindere da un settore giovanile adeguato. Su questo fronte c’è tanto da lavorare.
4) altro aspetto da chiarire (spesso gestito con obiettiva “superficialità), al netto dei vincoli legatio alla privacy, è quello che riguarda gli infortunati. Troppo spesso, senza fare nomi, abbiamo assistito a lungodegenze infinite, mai ammesse, quasi come si andasse a tentoni. Evidentemente non è così, ma è proprio per questo che la Società deve fare chiarezza, così da evitare equivoci e critiche.
Infine un invito a tutti i tifosi a non fischiare, talvolta anche aspramente, i calciatori nel corso delle partite. Vanno sostenuti fino all’ultimo secondo utile. Poi legittima ogni crtica e/o civile contestazione.
Chiudiamo questa nostra nota sottolineando ancora, come fatto in premessa, l’importanza della presente iniziativa. Auspichiamo, anzi, che possa giungersi, nelle forme e nei modi che potranno essere condivisi, ad una sorta di Comitato permanente, che possa aggregare tutte le anime del tifo granata e che possa avere come unico comune denominatore il bene della nostra squadra del cuore.

Forza Granata, sempre!!!

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

15 COMMENTI

  1. Il problema è la multiproprietà…tutto il resto non conta niente. Lo vogliamo capire oppure no. Tutte le iniziative sono lodevoli, ma purtroppo inutili… Lo scoglio è la Multiproprietà ( obiettivamente rappresenta l’anti sport).

  2. Proprio non lo vogliono capire porcamignotta.
    Due so le cose, o so collusi o so coglioni.
    1. La promessa della serie A era l.unica mossa da fare per prendere tempo e restare in sella a giugno scorso quando eravamo a un pasdo dal cacciarli. Promessa, come in politica, prontamente disattesa. E si sa che in Parlamento si fa tutto tranne che l’interesse del popolo. Proprio come.a Salerno.
    2. Le offese e le umiliazioni sono parte del vero progetto. Farci sentire poveri per costringerci al bisogno e tener viva la paura che senza di lui non si va da nessuna parte e si fallisce nuovamente.
    3. Il settore giovanile esiste solo per dovere e regolarità nei confronti della Lega e le sue regole. Quello della Salernitama è una specie di fake. E quando per sbaglio ne esce uno buono va alla Lazio.
    4. I mancati comunicati stampa sugli infortuni è una precisa strategia per creare caos, la famosa Ammuina, durante la quale, mentre tutti si scervellano a chiedersi perchè e verità presunte, chi sta al comando fa il cazzo che vuole.
    Ah, se non vi sono bastati 5 anni per capirlo, la società non ha alcuna ambizione, la Salernitana è stata 9 anni fa progettata per tornare in B e restarci, punto. Palestra per Laziali, aggiustamenti di bilancio, voti in Lega, etc etc .. e magari una buona vendita futura.
    ..e io.ancora Coglione più di tutti che cerco da anni di far aprire gli occhi ai ciucci
    Maledetto AMORE che mi fa stare ancora qua a cercare di far qualcosa proprio PER COMPATTARE LA TIFOSERIA e svegliarla. Macchè, tempo perso, quelli che stanno a Salerno non ci arriveranno mai. Collusi? Coglioni? Extraterrestri? Bho …intanto, mentre la Salernitana muore nei cuori, l’Italia calcistica ci ride appresso. Complimenti a tutti. VIVA LA RESISTENZA! DISERZIONE O MORTE!

  3. Mai satellite della Lazio provo il tuo stesso sbigottimento…gli ultras della Salernitana sono più colpevoli dei colpevoli di omicidio della Salernitana e ancor più grave della Salernitanità.
    Ancora stanno a chiedere a quei pagliacci chiarezza invece di impedirgli con ogni mezzo di mettere piede a Salerno.
    Non esiste stupidità dopo 5 anni identici..esiste solo interesse!

  4. Mai satellite della Lazio hai voglia di fare la guerra e cacciarli da dietro una tastiera i romani!!!Prrrrrrrrrrrr

  5. Bravo!! Analisi di questa disastrosa e sconcertante situazione che si trascina da anni sintetica, diretta e perfetta!! Il tuo commento andrebbe stampato su migliaia di volantini e, con essi, tappezzata l’intera città! Oltre che essere inviato a Lega B, Figc e a tutte le testate giornalistiche sportive (televisive e cartacee) NAZIONALI, per avere la più grande eco mediatica possibile!! Solo una protesta intelligente e che “faccia clamore”, ma di quelli grossi impossibili da poter ignorare, potrà accendere i riflettori sulla situazione scandalosa che stiamo vivendo e creare problemi/fastidi al laziale

  6. Mai satellite della lazio, Un grande giornalista non avrebbe saputo fare una analisi cosi perfetta, complimenti. Perfetta ma inutile, perche’ I pecoroni ultras, non sentono o non vogliono sentire. Unica via d’uscita e’ retrocedere in C, non per togliergli gli incassi gia’ridotti, ma per ridurgli il giro d’affari che non gli consentirebbe di realizzare baba’ e giri contabili che nulla hanno a che vedere con il calcio.
    Ripeto, l’unica via d’uscita, la serie C. Forza Pescara.

  7. Stufo e Inc…tu continua a fare il cogl….da tastiera invece!!!cosa risolvi retrocedendo in serie C??? Vedi il Bari che sta lì a metà classifica.. società satellite Napoli???Spende un sacco di soldi girando i calciatori attraverso il Napoli… Una beata mazza!!!

  8. Eugenio perdonami eh ma ci vogliano vedere in 50.000 al bar!? Io non vivo a Salerno da anni ormai, da dove cazzo credi possa discutere il problema se non dalla tastiera!?
    Penso sempre di più che chi contesta questo modo di partecipare alla discussione è colluso con il sistema. Davanti all’evidenza dei fatti solo una capra non capirebbe ..e non penso che tu e gli altri pochi come te lo siano ..almeno lo spero! Siamo nel 2020 le proposte si discutono via web! E poi chi sta su piazza raccoglie e decide ..dato che solo stadio vuoto a oltranza e protesta alla figc con eco nazionale può porre fine a tutto questo. Le conseguenze? La C, la D, e chiselacompra …a quelle quando si fa la guerra contro l’oppressore si vedono dopo ..almeno di Storia ne sai si? E andiamo sù …ripeto ci sono società che si occupano di compravendite e Lotirchio a qualcino la darebbe e non per due lire. Non certo per 20mln dato che la rosa di proprietà a stento arriva a 8
    AD MAIORA

  9. Ma questi di ” Colosseo Granata”, ci fanno davvero ?? Ma gente cosi’ illusa, ingenuua, e fessacchiotta dopo tanti anni di gestione lotirchio, ancora non ha capito niente della banda dei ladroni?? So cos e’ pazz.!!!!!! Loturzo della Salernitana non se ne fotte niente. E’ solo una societa’ funzionale alla sua Lazio. Le ambizioni e quant’altro sono a Roma . La sua squadra e’ la Lazie, a noi ci tratta da straccioni. Ma perche’ e’ cosi’ difficile da capire ????

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.