Doppia Cardiochirurgia e spostamento reparti al Ruggi: appello alla Regione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
L’imprimatur che sta seguendo l’azienda ospedaliera universitaria di Salerno porta alla consegna del secondo reparto di Cardiochirurgia del Ruggi d’Aragona al dottore Enrico Coscioni (nella foto) entro il mese di febbraio. Lo scrive Liratv.com

L’ex consigliere regionale andrà ad insediarsi al terzo piano della Torre Cuore con una divisione ricavata dal ridimensionamento del centro per la procreazione medicalmente assistita e dall’espulsione dell’ambulatorio di Oculistica Pediatrica. Com’è noto, in quest’ultimo caso, il vertice del Ruggi aveva pensato al trasloco ad horas nei pressi della Medicina Nucleare ed è stato costretto a fare marcia indietro dopo la denuncia di LiraTv e la lettera con cui il prof. Adriano Magli segnalava le violazioni di legge in cui l’azienda sarebbe incorsa se avesse consentito a bambini piccoli a rischio cecità e mamme spesso gravide di sostare in locali attigui ad apparecchi Pet Tac con esposizione alle radiazioni ionizzanti.

L’intimazione a consegnare la metà degli spazi al terzo piano della Torre Cuore entro il 15 gennaio era stata messa nero su bianco dal commissario D’Amato ed ha subito un rallentamento che consentirà, almeno, di progetta locali sicuri dove l’ambulatorio di Oculistica Pediatrica potrà essere trasferito.

La fretta, si sa, porta sempre cattivi consigli ed a maggior ragione non si comprende perché si sia voluta imprimere un’accelerata all’insediamento del dottore Coscioni a capo del reparto doppione di Cardiochirurgia, quando ogni cosa poteva essere sistemata con calma e rispetto delle regole. La riduzione dei locali del centro anti-infertilità, ad esempio, comporta per l’Ospedale la necessità di farsi rifare tutte le autorizzazioni necessarie a somministrate i trattamenti per la procreazione assistita e per il trattamento dei tessuti umani dei pazienti oncologici.

La legge è chiara su questo e si rischia perfino l’arresto. Ma al Ruggi hanno preferito comunque accelerare, ignorando l’allarme lanciato dal responsabile del centro, il dottor Giorgio Colarieti, che di fatto si trova impossibilitato a proseguire senza autorizzazione, a meno che non arrivi un via libera provvisorio.

fonte Liratv.com

Non vuole polemizzare, Armando Porcelli del sindacato di base Fials, ma chiede alla Regione di dirimere questa vicenda. In particolare, c’è da chiarire lo spostamento di Oculistica Pediatrica.

Per Margaret Cittadino del Tribunale del diritto del malato ci sono molti aspetti controversi nella vicenda del secondo reparto di Cardiochirurgia. In particolare, non si comprende la fretta per consegnare la divisione al dottore Coscioni.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. … è l’andazzo di sempre … Ma quale Azienda Universitaria … , il Grande TOTÒ avrebbe detto’ … ma mi faccia il piacere …
    Sempre le stesse assurdità d’espressione di potere politicante …
    GRANDE QUESTA SANITÀ SALERNITANA … vero❓❓❓

  2. Chi fa parte della casta è sempre privilegiato.
    Per farci parte devi dire sempre si a Papino che con modi camorristici impone il proprio potere.
    Chi non ha dignità ed orgoglio entra a far parte del gruppo di parassiti che approfittano dei privilegi a danno dei cittadini umili mortali e senza santi in paradiso.
    Basta con favoritismi a figli ed appartenenti alla casta.

  3. La qualita’ della sanita’ salernitana ne risentira’ sicuramente, ma in peggio. Se dovesse capitare qualcosa ai signori politici state sicuri che andranno in altre strutture e non al San Leonardo.

  4. Dentisti assunti in numero impressionante dall’ASL, raddoppio della cardiochirurgia… Ma allora ASL di Salerno ha soldi in abbondanza.
    Tutti concentrati in Città e gli altri presidi ospedalieri in braghe di tela!
    Ma come si compiono queste scelte? Quali arcane strategie sono alla base di curare i denti (poi verificheremo) e i trapianti.. I reni.. I polmoni no???

  5. È bello vedere l’apertura di nuovi reparti anche se già esistenti e poi in altri reparti si è costretti a fare turni massacranti da 12h a causa di mancanza di personale…e gli operatori sanitari zitti e lavorare come i muli…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.