Salerno, protesta delle mamme: zaini troppo pesanti per nostri figli

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
Zaini scolastici troppo pesanti per i ragazzi delle scuole medie ed elementari italiane. A lanciare l’appello è una mamma salernitana, una delle tante che ci segnala questo disagio ormai annuale. Spesso gli zaini arrivano a pesare anche 8 kg. Un peso pericoloso per la schiena di bambini e adolescenti. Pericoloso anche per i nonni che spesso accompagnano i nipoti a scuola liberando i genitori per andare al lavoro. Ma un peso eccessivo anche per le mamme che si sobbarcano gli zaini di due figli impegnati nello stesso istituto. Di recente nel capoluogo la madre di due bimbi perse l’equilibrio per il troppo peso di due zaini in spalla. Morale: ginocchio lesionato e danno economico in quanto titolare di un esercizio commerciale.

Il problema degli zaini pesanti, di cui si è discusso parecchio tempo fa, non è mai stato risolto. I ragazzi, come osservano anche alcuni dottori, devono tenere tutto a casa. Questo significa che ogni giorno devono portare a scuola quello che serve per le materie di giornata. Pensate a un giovane che non rientra per pranzo. Se ne deve stare tutto il giorno in giro con un peso importante sulle spalle.

A questo vanno aggiunte le cattive abitudini. Come quella di tenere lo zaino su una spalla sola. Tra gli adolescenti è una moda. A lungo andare si creano posture non fisiologiche. Quella è un’età in cui il corpo umano subisce profonde trasformazioni e cresce velocemente.  E sovente i ragazzi sono costretti a seguire percorsi rieducativi.

Lo affermano gli specialisti: il mal di schiena non è più solo una caratteristica di chi è in là con gli anni. Al contrario, tra gli adolescenti è sempre più diffuso. Oltre il 20% dei  pazienti adolescenti va dal fisioterapista. Chiaramente non tutto va ricondotto alla questione dello zaino pesante. Spesso questo aspetto si unisce a una serie di altri fattori, come ad esempio il fatto di non fare sport o un’alimentazione sbagliata. Con il conseguente rischio di sovrappeso e di anomalie posturali che ne possono derivare.

Come si esce da questa situazione? Le sedi scolastiche dovrebbero secondo alcuni genitori ,quando è possibile, permettere ai ragazzi di potere lasciare almeno determinati libri a scuola. Inoltre, facendo leva sulle nuove tecnologie, probabilmente è possibile cercare di ridurre il numero di libri in circolazione. Insomma, si potrebbe puntare maggiormente su materiale online.

In diverse scuole ci sono armadietti, e in tutte le sedi nelle aule ci sono degli scaffali in cui è possibile lasciare classificatori e libri. E quindi perchè non lasciarli in classe?

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Queste sono le stesse mamme che vivono sui gruppi whatsapp dei genitori della scuola dei figli, che non conoscono l’italiano, che si scandalizzano di tutto e che raccolgono i soldi per il regalo alla maestra?!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.