Il fiume Solofrana torna a tingersi di rosso: esposti e denunce

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Abbiamo protocollato l’ennesima denuncia sullo scempio ambientale nelle acque del canale Solofrana. Non mi stancherò mai di denunciare e di sollecitare le istituzioni a intervenire”. A denunciarlo è la senatrice del Movimento 5 stelle Luisa Angrisani. “Con il nostro governo – spiega Angrisani – abbiamo provveduto a stanziare le risorse necessarie per reprimere questi fenomeni. E’ in gioco il diritto alla salute di tutti noi e dei nostri figli”, conclude la senatrice M5S.

“Dobbiamo dare le dovute risposte ai cittadini che si aspettano tanto da noi. Ho chiesto anche al ministro dell’Ambiente Sergio Costa di intervenire al più presto. Il nostro territorio non può essere più martoriato dall’inquinamento, l’acqua del fiume Sarno e dei suoi affluenti deve tornare ad essere una risorsa e non un problema, o peggio un pericolo. Ci continuano a giungere numerose proteste dei cittadini residenti nelle zone limitrofe che ci segnalano la presenza di schiuma e melma nel fiume accompagnato da un intenso cattivo odore”. Così il consigliere regionale Michele Cammarano. “Con la nostra segnalazione – sottolinea Cammarano – chiediamo alle autorità competenti se intendono intensificare ricerche, controlli e indagini per risalire alle cause dell’inquinamento e all’individuazione dei responsabili”.

“Delinquenti, questo l’unico modo che trovo per definire questi soggetti che di domenica approfittano per sversare nel torrente Solofrana acque inquinate”, dichiara la consigliera comunale di Mercato San Severino Annalucia Grimaldi. “Confidiamo nel lavoro delle forze dell’ordine, affinché riescano a individuare i colpevoli, intanto continuiamo a denunciare e denunceremo fino a quando non si metterà la parola fine a questo scempio. I comuni attraversati dal corso d’acqua – conclude Grimaldi -. In particolar modo il comune di Montoro, stanno pagando da troppo tempo e con gravi conseguenze questi atti di presunzione e arroganza”.

Anche il consigliere regionale dei Verdi, Emilio Borrelli, era intervenuto sul caso con una nota su facebook

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.