Corona fake su whatsapp: “Negozi cinesi infetti, evitate!” Crolla commercio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
«Il propietario di quello store cinese dicono che sia stato messo in quarantena. Evitiamo sti caz*o di negozi cinesi. Non entriamo lì, spargi la voce tra i tuoi, si pensa che la proprietaria abbia preso il coronavirus», questo il contenuto di alcuni messaggi audio circolati in gruppi Whatsapp.

Si tratta di un centro commerciale, gestito da proprietari di nazionalità cinese, nel Catanese che, a seguito della diffusione incontrollata di queste fake news sia su WhatsApp che su Facebook, ha registrato «un calo del 70-80%», come ci conferma una fonte interna al negozio. «Da quando hanno messo in giro queste voci entrano appena 3-4 persone al giorno, così ne risentiamo tutti economicamente al punto che molti di noi sono costretti a stare a casa. I clienti, adesso, senza alcun motivo, si spaventano di essere “infettati” dai proprietari di nazionalità cinese» ci spiegano.

Una psicosi che ha colpito proprio questo centro commerciale perché i proprietari erano appena rientrati dalla Cina: «Una volta saputo del coronavirus, anche se si trovavano a centinaia di km da Wuhan, focolaio dell’epidemia, sono subito rientrati in Italia rimanendo a casa per due settimane, pur non avendo alcun sintomo del virus. Altro che quarantena. Tra l’altro stanno benissimo e proprio oggi rientreranno a lavoro» ci raccontano.

Il negozio, tra l’altro, non ha mai chiuso: il timore, però, è che un crollo delle vendite così rilevante – come sta accadendo in tutte le città d’Italia, da Roma a Milano, da Napoli a Salerno – possa mettere in ginocchio il centro commerciale cinese.

Fonte Open

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Nel frattempo che certe illustri testate giornalistiche continuano a dare allarmi infondati (e rigorosamente impuniti) se ne sono aperti pure altri due di negozi e ristoranti cinesi.

    Se state nei gruppi di whatsapp di cafoni l’unica salute a rischio è quella mentale vostra.

  2. epidemia inesistente, psicosi creata ad arte, colpa affibbiata al cittadino: il massimo della perversione e della delinquenza di stato. Un’epidemia con nessun caso è una particolarità mai vista nella storia, solo in questa epoca di nuovo feudalesimo imposto tramite social e cellulari poteva essere imposta, a solo scopo politico e di controllo della gente.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.