Pestato in campo dal figlio del boss, arbitro di Salerno all’ospedale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Ancora un episodio di violenza sui campi di calcio minori. Stavolta, a farne le spese è stato un arbitro 35enne della sezione Aia di Salerno. Colpito da calcio a pugni, al termine della partita del girone A di Terza categoria fra Casola Calcio e Cava Friends – come scrive il quotidiano “La Città” – il direttore di gara è stato costretto a ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso dell’ospedale “Ruggi” . Ad aggredire il fischietto salernitano è stato un calciatore, figlio di un noto esponente della malavita organizzata del centro dei monti Lattari.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Figlio e boss RIDICOLI.. ahhahahahah immaggino quando il padre perde a scopa al bar del paese ….BHA

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.